Ieri mattina, in Tribunale, si è tenuto il processo a carico di due albanesi che alla fine di agosto 2019 erano stati arrestati dalle volanti dell’Ufficio Prevenzione Genertale della Questura all’interno di un albergo cittadino, dove era stata trovata refurtiva risalente a furti in abitazione avvenuti in città. Uno dei due, inoltre, era ricercato a livello europeo poiché la Germania ne aveva richiesto l’arresto, per analoghi reati avvenuti in quel territorio. I due sono stati condannati a due anni di reclusione e una volta scarcerati verranno espulsi dal territorio nazionale.