Il Comune ha aderito al progetto “Al nido con la Regione”

Il Comune di Bertinoro da lungo tempo sostiene e finanzia una serie di servizi e misure economiche pensate per favorire le famiglie con bambini nella fascia di età 0-3 in linea con le politiche regionali di conciliazione vita-lavoro. Per l’anno scolastico 2019-2020, il Comune di Bertinoro ha aderito al progetto della Regione Emilia Romagna “Al nido con la Regione” (DGR 1338/2019) che promuove una nuova misura sperimentale di sostegno economico rivolto alle famiglie, finalizzata all’abbattimento  delle rette di frequenza ai servizi educativi per la prima infanzia. Le rette di tutti i nidi del Comune di Bertinoro saranno quindi ridotte di ulteriori 60,00€ mensili per tutti i nuclei famigliari con ISEE inferiore a 26.000€. La riduzione della retta si applicherà anche ai minori non residenti nel Comune di Bertinoro, ma frequentati i nidi di Bertinoro purché residenti in un Comune della nostra regione.

Queste misure permetteranno alle famiglie con ISEE basso di accedere al nido con rette mensili di circa 140-150 €, somma che potrà essere ulteriormente abbattuta grazie ai fondi INPS destinati alle famiglie con bambini.

Nell’area comunale di Bertinoro sono presenti tre nidi:

  • Bertinoro – Nido Comunale il Bruco con gestione esterna con 24 posti;
  • Santa Maria Nuova – Nido privato convenzionato Nadiani con 51 posti (suddivisi in nido e primavera);
  • Fratta Terme – Nido privato convenzionato 44 Gatti con 34 posti.  Le famiglie che hanno iscritto i loro figli a uno di questi tre nidi già usufruiscono di contributi stanziati dal Comune per la riduzione delle rette in base al loro ISEE. Inoltre il Comune di Bertinoro utilizza fondi regionali e comunali per attivare servizi integrativi per la prima infanzia come:

Nidi d’Estate

I nidi presenti sul territorio garantiscono l’apertura anche nel mesi di luglio e, in alcuni casi, in alcune settimane d’agosto per i bambini già frequentanti.

Centro giochi bambini e famiglie

Rivolto a tutti i bambini in età 1/6 anni accompagnati da un adulto referente.

Per maggiori informazioni invitiamo i nostri concittadini a contattarci presso lo Sportello Sociale 0543/469232 o alla mail

e-mail: [email protected]

Un comunità educante, conclude l’assessore Londrillo, si crea anche con questi impegni e misure economiche da parte dell’Amministrazione che, siamo convinti, saranno un ulteriore elemento di sicurezza per le nostre famiglie e i loro bimbi nella costruzione di un futuro solido.