Il presidente è Marco Viroli, storico e scrittore; vice presidente Sabrina Marin, storica dell’arte e guida turistica

Come i più prestigiosi ed importanti musei italiani e del mondo, anche il San Domenico avrà dal 21 settembre 2019 al proprio fianco l’“Associazione Amici dei Musei San Domenico e dei Monumenti e Musei Civici di Forlì”. L’obiettivo è quello di valorizzare e promuovere, favorendone la conoscenza, i beni culturali di Forlì attraverso la sensibilizzazione di soci e non soci rispetto al patrimonio storico-artistico cittadino. La neo costituita “amicale” di Forlì è una delle oltre 60 associazioni “Amici dei Musei”, operante nel segmento del volontariato culturale in Italia, che si sono federate alla FIDAM. (Federazione Italiana delle Associazioni degli Amici dei Musei) con sede a Firenze e con oltre 20.000 iscritti. La FIDAM è stata costituita nel 1975 ed è l’organo ufficiale che rappresenta l’Italia nella World Federation Friends of Museum fondata a Bruxelles, presente in quattro continenti, con oltre 3 milioni di associati. 

Nell’occasione, si terrà a Forlì un Consiglio di Amministrazione della FIDAM che, in una pausa dei lavori, vedrà i Suoi componenti unirsi alla presentazione della neo costituita associazione forlivese. L’associazione di Forlì nasce da un’idea condivisa di 5 amici che oggi costituiscono il Consiglio dei soci fondatori: presidente Marco Viroli, storico e scrittore; vice presidente Sabrina Marin, storica dell’arte e guida turistica; Roberto Angelini architetto; Sonia Camporesi, antiquaria, e Barbara Sasdelli family banker Banca Mediolanum Forlì. L’Associazione Amici dei Musei San Domenico e Musei e Monumenti Civici di Forlì organizzerà nei prossimi mesi, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, iniziative rivolte alla valorizzazione delle nostre collezioni civiche; si occuperà inoltre di organizzare conferenze, viaggi culturali, visite guidate e campagne di finanziamento per il restauro di opere d’arte. Come afferma il presidente Marco Viroli: “Il lavoro dell’Associazione vuole contribuire a portare sempre più il Museo di San Domenico e Palazzo Romagnoli all’interno di un circuito internazionale favorendone in tal modo una maggiore la visibilità; vuole coinvolgere le altre associazioni dei musei italiani e non solo a condividere il nostro patrimonio storico-artistico; vuole soprattutto contribuire ad aiutare i cittadini forlivesi a comprendere meglio la conoscenza dei monumenti e delle eccellenze artistiche e culturali della città, creando una forte consapevolezza nella comunità locale; in altre parole, vuole incentivare i forlivesi a diventare essi stessi promotori e ambasciatori della propria città”.

La quota per associarsi è di 25 euro per tutti, con validità fino al 31.12.2020. L’Associazione sta già dialogando con l’Amministrazione Comunale, per garantire il diritto all’ingresso gratuito nei Musei Civici di Forlì ai tesserati i quali godranno anche di sconti sugli acquisti nelle librerie cittadine e di altre agevolazioni. Chi fosse interessato può ricevere ulteriori informazioni nella sede legale dell’Associazione Antichità Briccolani Camporesi di fianco al San Domenico in via Theodoli 2, oppure contattando telefonicamente il 347.7114074. L’associazione si rpesenterà alla stampa il 21 settembre alla presenza 

dell’Assessore alla Promozione del Settore Culturale, Museale e dell’Alta Formazione universitaria, Politiche internazionali – Progetti europei, Innovazione tecnologica del Comune di Forlì Valerio Melandri. Seguirà visita guidata alla Collezione Verzocchi a cura della storica dell’arte Sabrina Marin.