A Cesenatico circa la metà dei fondi messi a disposizione dalla Regione Emilia Romagna

BOLOGNA  – Vale 21 milioni e 680mila euro il pacchetto di interventi per la sicurezza del territorio predisposto dalla Regione Emilia-Romagna e firmato oggi dal ministro dell’Ambiente, Sergio Costa. Un piano che prevede 18 progetti esecutivi, da Piacenza a Rimini, pronti a partire appena diventeranno operative le risorse. Dopo il via libera del ministero, ora il programma è stato trasmesso al Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) per l’approvazione definitiva.

 

“L’auspicio è che l’iter proceda rapidamente, per permettere l’avvio dei cantieri quanto prima- afferma l’assessore regionale alla Difesa del suolo, Paola Gazzolo-. Si tratta di lavori di prevenzione del rischio idrogeologico urgenti e di fondamentale importanza nell’ambito della strategia regionale per la sicurezza territoriale. La Regione ha già completato la progettazione di ogni intervento perché serve fare presto: appena i finanziamenti saranno operativi, partiranno le gare con l’obiettivo di arrivare velocemente alla partenza dei lavori. Di fronte alle conseguenze sempre più evidenti del cambiamento climatico, non è possibile attendere. Per questo- chiude Gazzolo– diventa sempre più necessaria anche l’effettiva attivazione, da parte del Governo, dei mutui con la Banca europea degli investimenti per disporre di risorse aggiuntive e proseguire con celerità nella messa in sicurezza del territorio avviando tutti gli 89 interventi cantierabili nell’anno per oltre 102 milioni di euro”.  

 

Forlì-Cesena andranno 2,2 milioni di euro. A Roncofreddo proseguiranno i lavori di consolidamento del versante in località Montecodruzzo (700.000 euro) e a Cesenatico si interverrà con 1 milione e mezzo per gli espropri necessari a costruire una cassa di laminazione arginata a servizio del canale Madonnina.