Il primo cittadino di Parma, Federico Pizzarotti è il suo principale esponente

Federico Pizzarotti a Forlì per presentare la sezione forlivese di “Italia in Comune”. A Forlì si è costituita la sezione locale di “Italia in Comune”, il nuovo partito nato dall’esperienza dei sindaci e che vede nel primo cittadino di Parma – Federico Pizzarotti – il suo principale esponente. Il gruppo forlivese si è costituito formalmente nel dicembre scorso, e il 14 gennaio è stato eletto Stefano Oronti nel ruolo di coordinatore locale. Giovedì 14 febbraio, alla presenza di Federico Pizzarotti, fondatore e principale esponente del nuovo partito, si è tenuta la presentazione del progetto Pizzarotti ha ricordato che “il 3 dicembre 2017 l’incontro con il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci ha dato vita alla prima rete tra i sindaci. Questo percorso ha poi portato alla nascita di Italia in Comune come partito, il 14 aprile 2018, con la definizione dello statuto e della carta dei valori, che rappresentano quello che il partito vuole essere (o non essere). Da quel momento è iniziato un viaggio nelle regioni italiane, lavorando per farsi conoscere e costituire un radicamento diffuso sul territorio”.

I temi del programma

Questi sono alcuni tra i temi programmatici che verranno approfonditi in modo particolare sabato 16 Febbraio in occazione della prima assemblea regionale del partito: – Sanità e welfare – Sicurezza, legalità e contrasto alle infiltrazioni mafiose – Sviluppo sostenibile e lavoro – Cultura Il progetto politico di Italia in Comune in Emilia Romagna, in contrasto con le politiche della Lega e del Movimento 5 Stelle, sta prendendo forma. Non si tratta di una semplice lista elettorale ma di un progetto a lungo termine con obiettivi di governo. Serse Soverini, deputato di Area Civica, ha aderito al progetto nel settembre del 2018. Nel suo intervento ha spiegato come “Questo partito e questo progetto è riuscito a far ripartire diverse persone, anime deluse dal modo di fare politica attuale ed ognuna con la propria provenienza, formazione ed esperienza personale. C’è la voglia di un soggetto che sia alternativo a Lega e 5 Stelle. Ci poniamo l’obiettivo ambizioso di governare e stiamo mettendo insieme le persone sulla base di una diverso approccio al fare politica.” Il contatto ed il confronto con il territorio è un concetto fondante, per questo le sezioni sono la parte più importante della struttura. L’assemblea recentemente costituitasi a Forlì conta già numerosi aderenti e sta avviando un percorso di approfondimento, attraverso l’ascolto dei cittadini, dei quartieri, delle rappresentanze civiche, per definire una strategia di intervento politico che colga le esigenze dei cittadini e rappresenti una risposta ai bisogni della città, alla luce dei valori e dello spirito del partito, come declinati nella carta dei valori. Stefano Oronti, coordinatore di Forlì, ha sottolineato come “La politica di Pizzarotti è sempre stata caratterizzata dal realismo e da un atteggiamento di praticità. Negli anni la sua amministrazione si è distinta per i contenuti e non per gli slogan. Mentre tutto attorno a loro stava cambiando, il lavoro è andato avanti in modo coerente senza subire contraccolpi. Hanno contato solo sulle loro forze ed hanno raggiunto ottimi risultati. Prendiamo ispirazione da questo per il nostro impegno a Forlì” Il prossimo obiettivo è quello di diffondersi nella provincia forlivese; le elezioni amministrative rappresentano certo un appuntamento importante ma non abbiamo particolari smanie di tempo. Il confronto elettorale è fondamentale ma valuteremo se la sezione forlivese sia già nelle condizioni migliori per affrontare questa sfida, consapevoli che i prossimi appuntamenti elettorali, elezioni europee e regionali, ci vedranno certamente direttamente impegnati sulla base di valori e di contenuti concreti.