Presentati in Prefettura i vademecum con consigli e numeri utili contro le truffe finanziarie

Più sicurezza per i cittadini della provincia di Forlì-Cesena, e in particolare per gli anziani, grazie alla collaborazione tra Prefettura, Abi-Emilia Romagna e Forze dell’Ordine, che hanno messo a punto un vademecum con i “Consigli utili per evitare le truffe agli anziani”.

La guida, che è stata presentata ieri in la Prefettura, raccoglie tutte le raccomandazioni, le precauzioni e le buone prassi da mettere in pratica per prevenire le truffe nel settore finanziario, rafforzando la sicurezza e riducendo i fattori di vulnerabilità e i comportamenti economicamente rischiosi.

 

La  collaborazione e l’impegno di tutti i soggetti coinvolti nell’attività del Comitato hanno infatti consentito di mettere a disposizione un vademecum scritto con un linguaggio semplice e diretto, che passa in rassegna le tipologie di truffe più comuni: dallo scambio di banconote vere con denaro falso alla truffa del pacco, dai finti funzionari, impiegati, tecnici di gas e acqua ai finti avvocati e appartenenti alle forze dell’ordine, dal falso incidente stradale alle frodi telematiche e così via.

 

La guida, oltre a fornire indicazioni utili in caso di necessità, raccoglie suggerimenti e buone prassi da tenere a mente quando si va in banca, si usano il conto online o la carta di pagamento, si investono i propri risparmi.

La presentazione si è svolta al termine del quarto incontro del nuovo Comitato di Coordinamento costituito a fine maggio dai rappresentanti di Prefettura, banche e Forze dell’ordine – e integrato con rappresentanti  del mondo della scuola e delle associazioni di consumatori – per contrastare il fenomeno delle truffe, in particolare quelle di natura finanziaria ai danni degli anziani e di quanti nella provincia hanno una scarsa educazione finanziaria.

Alla presentazione del vademecum hanno partecipato il prefetto Fulvio Rocco de Marinis, rappresentanti delle Forze di Polizia, dei Comuni di Forlì e di Cesena e dell’Ufficio scolastico provinciale, il segretario della commissione regionale Abi Emilia Romagna, il rappresentante di ADUSBEF.