Fattori all’attacco: no a perdite di tempo e soluzioni parziali che non portano a nulla

CESENATICO – Trascorsi cinque mesi dalla vittoria di Matteo Gozzoli e della compagine del Partito Democratico, è tempo di bilanci, o almeno lo è per il Movimento 5 stelle che pone l’attenzione sul tema della raccolta differenziata porta a porta.

“Al momento ciò che i cittadini di Cesenatico hanno ricevuto in tema di rifiuti è l’aumento del 15% dell’aliquota dell’imposta Tari – commenta il consigliere pentastellato, Giuliano Fattori – il Movimento 5 Stelle Cesenatico chiede a questa amministrazione a che punto sia il progetto di raccolta rifiuti differenziata porta a porta e della relativa tariffa puntuale”.

 

Fattori non manca di sottolineare come, in campagna elettorale il Sindaco Matteo Gozzoli abbia promesso di raggiungere il 73% di raccolta differenziata e ribatte: “Ci chiediamo come sia possibile raggiungere tale risultato quando alla luce di quanto dichiarato da lui recentemente sulla stampa. Questa amministrazione infatti propone la raccolta rifiuti porta a porta solo su umido ed indifferenziato mentre il resto dei materiali (carta, lattine, plastica, vetro) continueranno ad essere raccolti tramite il solito metodo del cassonetto stradale che attualmente ci consente di arrivare solamente ad un misero 38% non garantendo margini di miglioramento”.

 

L’auspicio di Fattori, così come di tutto Movimento 5 Stelle, è che il Comune si attivi per risolvere questo problema, così come altri, a vantaggio di tutti i cesenaticensi, senza perdere “tempo a proporre soluzioni parziali che non portano a nulla”, conclude il consigliere comunale.