Irpef

21 novembre 2018 - Forlì, Politica, Società
Attacco frontale del forzista: "sulle leve fiscali in generale il sindaco Drei poteva fare di più"
FORLI' - “Il debito pubblico del Comune, pur in lieve calo e  previsione al ribasso, è ancora elevato: si passa dai 92,3 milioni di euro nel 2017 agli 84,8 milioni del 2018. Un debito che risente ancora dell’effetto dei  cosiddetti “derivati” sottoscritti dalle precedenti amministrazioni  e   su cui si pagano ancora oneri annuali milionari per il pagamento degli interessi. Si pensi soltanto al costo milionario degli accordi stipulati dalle precedenti amministrazioni a guida  Pd con Dexia Crediop con il  Comune che era arrivato a pagare un tasso d’interesse al 4% contro un valore di mercato di quasi la metà” :  è il commento del capogruppo comunale di Forza Italia, Fabrizio Ragni, alla presentazione del bilancio di previsione 2019 del Comune di Forlì.
11 gennaio 2016 - Cesena, Eventi, Politica
Venerdì 15 gennaio un incontro con Matteo Richetti e Damiano Zoffoli al Museo della Marineria
La pressione fiscale sulle famiglie ed aziende deve essere ridotta. Io se sarò eletto sindaco mi impegnerò a dimezzare l’aliquota dell’addizionale IRPEF comunale, recentemente raddoppiata dall’attuale amministrazione. 
23 marzo 2015 - Forlì, Economia & Lavoro, Politica
"La Giunta Drei ha scelto di mettere le mani nelle tasche di cittadini, pensionati e lavoratori"
FORLI' - “La giunta Drei ha scelto di mettere le mani nelle tasche dei cittadini, dei pensionati e di quei lavoratori che, per fortuna, un lavoro ancora ce l'hanno. Con la scusa che Renzi ha tagliato 7 milioni di trasferimenti statali agli enti locali la giunta “di sinistra” (solo quando c’è da prendere i voti!) di Forlì, invece di tagliare gli sprechi, azzerare i premi produzione ai dirigenti e tagliare i rami secchi delle società partecipate, ha preferito caricare l'onere sulle spalle dei cittadini, approvando in fretta e furia quasi un raddoppio secco dell’addizionale comunale IRPEF.
21 marzo 2015 - Forlì, Cronaca, Società
Mantenuto il principio della progressività
FORLI' - "Per sostenere un asse strutturale quale è il nostro sistema di protezione sociale - ha sottolineato il Sindaco -, è stato necessario intervenire su una leva per molti anni inalterata, come l'Irpef, mantenendo però il principio della progressività. Ma abbiamo voluto dare un altro segnale preciso: quest'anno, per la prima volta, la casa, che per la maggior parte delle famiglie è un bene costruito con grandi sacrifici, non è stata toccata da incrementi fiscali. Così come non si è messo mano alla pressione sul sistema produttivo, il cui rilancio è una delle condizioni fondamentali per lo sviluppo dell'occupazione e per l'uscita dalla crisi".
Il PD chiede l'impegno dell'amministrazione
FORLI' - “Il rigore nei conti ed il contenimento della spesa pubblica non possono che essere abbinati, a tutti i livelli, a politiche volte al sostegno dei più deboli  e ad una crescita economica equilibrata”: partendo da questo assunto i consiglieri e consigliere del Partito Democratico di Forlì, non senza il supporto di tutto il gruppo consiliare, chiedono al Sindaco, Davide Drei di farsi carico all’Associazione Nazionale dei Comuni di non far pesare ancora una volta sulle casse locali gli oneri maggiori nella riduzione della spesa pubblica
12 marzo 2015 - Forlì, Economia & Lavoro, Politica
Candido (rifondazione) e Mezzacapo (Lega) attaccano l'amministrazione sulla scelta operata
FORLI' - "Dopo le dichiarazioni dell’Assessore Briccolani, sul Bilancio preventivo 2015, non ci sono più dubbi, l’Amministrazione Comunale di Forlì, al pari del Governo Renzi, è di destra perché favorisce i cittadini più ricchi e benestanti a discapito delle fasce sociali più deboli".
30 settembre 2014 - Cronaca
Per un errore nell'erogazione dei fondi il Ministero chiede di rifondere la somma e il Comune ritocca l'Irpef
GATTEO - Dal 2013 il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha trasferito al Comune di Gatteo circa 750.000,00 euro in più di quanto dovuto. Solo a luglio 2014, il Ministero ha revisionato il conteggio ed è emerso questo errore che riguarda sì, il Comune di Gatteo, ma anche un’altra cinquantina di enti in tutto il Paese.
1 agosto 2014 - Forlì, Cronaca, Politica, Società
CASTROCARO. Un consiglio comunale pieno di giustificazioni e facce mortificate quello con cui, mercoledì sera, l'Amministrazione comunale di Castrocaro ha presentato il bilancio di previsione 2014 e le imposte e tariffe per l'anno in corso. Sui fabbricati senza C1, l'Imu è fissata ad un'aliquota del 10,40, mentre per i C1 l'aliquota è del 9,40. Stabile l'Irpef allo 0,3 per cento, anche la Tasi è stata tenuta bassa e si è scongiurato l'aumento dello 0,80. Per tutte le tariffe e le spiegazioni del sindaco, si rimanda al video allegato.
30 luglio 2014 - Cesena, Politica, Società
Quindici i punti all'ordine del giorno con cui il consiglio dovrà confrontarsi in una seduta a ritmi serrati
CESENA – Se il Governo annuncia una maratona per le votazioni entro il prossimo 8 agosto, il Comune di Cesena non è da meno e la seduta del prossimo consiglio, fissata per il 31 luglio 2014, si preannuncia davvero impegnativo.  
L'amministrazione individua 60 fasce di reddito per applicare sconti che vanno da 6 a 360 euro
CESENA - Su 30.500 famiglie cesenati che vivono in una casa di loro proprietà, circa 17.500 rientrano in uno dei 60 scaglioni Isee fra i 7500 euro e i 37.500 euro. Sulla base di queste fasce, che si differenziano a soglie regolari di 500 euro, saranno calcolati gli sconti, che vanno da un massimo di  360 euro ad un minimo di 6 euro, per l’applicazione della Tasi.
23 aprile 2014 - Forlì, Economia & Lavoro, Politica
Bruno Molea (Scelta Civica) invita ad evitare ulteriori difficoltà alle società di base
FORLI’ - “Se è vera la notizia apparsa da qualche giorno e ripresa dall'agenzia di stampa del Coni secondo cui i tagli contenuti nel decreto Irpef comprenderebbero anche una riduzione della franchigia Irpef da 7.500 a 2.000 euro sui rimborsi forfettari previsti per gli sportivi dilettanti, e per di più con effetto retroattivo dal 1 gennaio 2014, questo costituirebbe un grande colpo per le società dilettantistiche e tutto il mondo dello sport”. Lo dichiarano in una nota congiunta il vicepresidente dei deputati di Scelta Civica e consigliere nazionale del Coni, il forlivese Bruno Molea e il deputato del Pd, Filippo Fossati.
14 novembre 2013 - Cesena, Cronaca, Economia & Lavoro, Società
La terza variazione di bilancio prevede anche la realizzazione di 8 nuovi alloggi popolari
CESENA - Anche con la terza variazione di bilancio il Comune di Cesena mantiene invariata l’addizionale Irpef e le aliquote IMU.   “Potrebbe apparire una non notizia – commentano il Sindaco Paolo Lucchi e il Vicesindaco Carlo Battistini – ma in realtà questo è il dato più rilevante. Ai Comuni è stato concesso tempo fino al 30 novembre per chiudere i bilanci e rivedere le imposte locali, e in vista di questa scadenza più di un quarto delle amministrazioni comunali italiane ha scelto di  aumentare l’addizionale Irpef, e anzi molti hanno deciso di applicare l’aliquota massima dello 0,8%".
Il sindaco Pieraccini: “Era necessario, bilancio preventivo altrimenti impossibile”
CASTROCARO. Per l'anno 2013 le aliquote Imu non salgono e non scendono: rimangono le stesse del 2012. Aumenta invece l'Irpef, che passa dallo 0,2 allo 0,3 per cento. Il paradosso è che la sostanziale stasi dell'Imu e, invece, l'aumento dell'Irpef sono causate dallo stesso motivo: la situazione di “indeterminatezza”, così l'ha definita il sindaco Pieraccini nel corso del consiglio comunale di ieri sera.
Dibattito a tutto campo per mantenere al minimo la pressione fiscale sui cittadini
CESENA - Nella giornata in cui l’Istat comunica che nel quarto trimestre del 2012 la pressione fiscale è volata al 52%, l’Amministrazione Comunale di Cesena chiama a raccolta le forze economiche, politiche e sociali per approfondire insieme a loro gli aspetti legati alla pressione tributaria e  all’equità di fronte all’attuale quadro contrassegnato dalla crisi e da un crescente disagio sociale.
14 marzo 2013 - Forlì, Cronaca, Politica
Rifondazione chiede all'amministrazione comunale di fare una marcia indietro
FORLI’ - “Nel decidere le aliquote delle imposte la logica dovrebbe essere semplice, chi ha di più, paga di più, in maniera progressiva, come prevede la nostra Costituzione.  L’Amministrazione comunale di Forlì fa il contrario, tartassa di più chi ha di meno, applicando a tutti la stessa aliquota”; senza mezzi termini, il segretario della Federazione forlivese di Rifondazione Comunista, Nicola Candido non le manda a dire a nessuno e punta il dito dritto dritto contro l’amministrazione colpevole di non aver applicato in modo progressivo le aliquote.
Meno risorse ma più entrate, compaiono la Tares e la Tassa di Soggiorno
CESENA - Nessun aumento dell’addizionale Irpef, dell’Imu prima casa e delle rette; massima salvaguardia possibile la spesa sociale e per i servizi educativi; conferma delle risorse allo sviluppo e al lavoro (per un importo di 1 milione e 250mila euro);  introduzione dell’imposta di soggiorno e della Tares (quest’ultima obbligatoria); rilevante intervento di riassetto sulla struttura comunale e sulle società partecipate. Queste sono alcune delle scelte più rilevanti della proposta di bilancio di previsione 2013,  messa a punto dalla Giunta Comunale di Cesena che questa sera sarà presentato alla prima commissione consigliare.
18 gennaio 2013 - Forlì, Cronaca, Società
Raggiunti diversi punti di accordo, su sostegno alle fasce deboli e sull'emergenza abitativa
FORLI' -  CGIL CISL UIL del territorio forlivese ritengono che il confronto con il Comune di Forlì sul Bilancio di Previsione, abbia portando a risultati positivi rispetto alle richieste e alle proposte da noi avanzate tempo. “Le nostre richieste – scrivono in una nota le sigle sindacali -  sull’invarianza della spesa sia su scuola che su sociale, sull’invarianza del costo delle rette, sui servizi a domanda individuale, sul non aumento dell’addizionale IRPEF (di cui abbiamo chiesto la progressività), sul contenimento dei costi nell’applicazione della Tares, sono state accolte positivamente dall’Amministrazione Comunale, così come l’impegno di attivare un tavolo di confronto per dare conseguenza alla legge regionale n° 21 del Dicembre 2012, sul riordino istituzionale”.
28 novembre 2012 - Cesena, Cronaca, Economia & Lavoro
Confermata la volontà di non aumentare la pressione tributaria
CESENA - Si sono svolti oggi i primi incontri programmati dall’Amministrazioni Comunale di Cesena per la presentazione del bilancio di previsione 2013 alle parti sociali e alle rappresentanze imprenditoriali della nostra città.  Fin dalle prime battute degli incontri l’attenzione si è concentrata sul nuovo taglio governativo di 5 milioni e 785mila euro che, in aggiunta a quelli già significativi degli ultimi bilanci, rende necessarie misure strutturali e particolarmente incisive, indispensabili per salvaguardare l’elevato standard qualitativo dei servizi della nostra città, scongiurando al contempo un aggravio della pressione tributaria sui cittadini in un momento particolarmente difficile. Questi due punti sono considerati infatti “irrinunciabili” dalla Giunta Comunale, che ha ribadito l’intenzione di “non aumentare il prelievo dell’Imu per la prima casa e l’addizionale Irpef, a differenza di quanto stanno facendo diverse città italiane” e la volontà di “salvare anche nel 2013 la rete dei servizi identitari rivolti a bambini, anziani, famiglie e disabili, elementi fondanti di coesione sociale ed equità”.
26 novembre 2012 - Forlì, Politica, Società
  BERTINORO. Le parole del sindaco Nevio Zaccarelli, rilasciate alcuni giorni fa ai mezzi di stampa locali, che invitavano la cittadinanza bertinorese a considerare la possibilità di una contribuzione ulteriore, oltre alle tasse già in campo come Imu e Irpef, hanno fatto saltare la mosca al naso alla Lega Nord. Che ora protesta.
31 ottobre 2012 - Cesena, Economia & Lavoro, Politica, Società
Cesena stringe i denti e si prepara ad un bilancio durissimo
CESENA - Il Comune di Cesena, ha confermato l’impostazione approvata fin da aprile insieme al bilancio, decidendo di mantenere al livello allo 0,40%, l’aliquota per la prima casa e fissare all’1,06% l’aliquota ordinaria, quella per gli affitti a canone libero e per le seconde case. Dall’amministrazione, il Sindaco Lucchi e il suo secondo, Carlo Battistini, fanno sapere che la scelta di non toccare l’aliquota per la prima casa sia stata molto impegnativa, specie in un momento di estrema difficoltà come quello che si sta attraversando, dove le amministrazioni hanno margini di manovra ristrettissimi per il reperimento delle risorse. “La maggior parte dei Comuni l’ha aumentata e già oggi l’aliquota media a livello nazionale risulta dello 0,45%, ma in vari casi supera lo 0,50 per arrivare fino allo 0,60%”, precisa Lucchi.
La giunta presieduta dal sindaco Luigi Pieraccini ha scelto le aliquote per il 2012 dell’ormai famigerata Imposta Municipale Unica (Imu): 5 per mille sulla prima casa, 8,8 per mille sulla seconda casa. E 7,8 per mille sulla cosiddetta categoria C1, ovvero i negozi.
Alle imposte addizionali del Governo l'amministrazione applica aliquote ridotte
Il Bilancio di previsione presentato alla stampa questa mattina passerà domani al vaglio del consiglio comunale e successivamente dei quartieri ancora "non toccati" dagli appuntamenti pubblici programmati. 
Effetto della decisione del Comune di mantenere inalterata l’aliquota dell’addizionale comunale Irpef
Complessivamente il gettito di questa imposta per il Comune di Cesena ammonta a 4 milioni e 966mila euro, con un’incidenza media pro capite di 69 euro per ogni contribuente (101 euro se si calcolano solo quelli soggetti ad addizionale).
24 febbraio 2012 - Cesena, Cronaca, Economia & Lavoro, Società
CGIL, CISL e UIL, chiedono concgiuntamente sensibilità da parte degli aministratori locali
I Sindacati chiedono che le ripercussioni e i danni derivanti dalle abbondanti nevicate non ricadano sui cittadini. Si fa inoltre appello ai Sindaci perchè intercedano presso Governo e Regione
23 gennaio 2012 - Forlì, Cesena, Cronaca, Società
Il fermo degli autotrasportatori scattato alla mezzanotte di ieri, ha raccolto un’adesione al di sopra di ogni aspettativa e disagi si sono registrati sia nel forlivese,che nel cesenate. Bulbi allarmato per la minaccia di infiltrazioni mafiose
Condividi contenuti
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.