incendi boschivi

29 giugno 2019 - Forlì, Cesena, Cronaca, Società
dal 1^ luglio scatta in Emilia-Romagna il monitoraggio e 24 ore su 24, aperta a Bologna la Sala operativa dell'Agenzia di Protezione civile.
EMILIA ROMAGNA - In Emilia-Romagna scatta da lunedì 1° luglio la fase di attenzione per gli incendi nei boschi, così come prevede l’apposito Piano regionale. Attenzione che, in base all’eventuale peggioramento delle condizioni metereologiche, può trasformarsi - in accordo con le istituzioni interessate e il volontariato - in “stato di grave pericolosità” con divieto assoluto di accendere fuochi o strumenti che producano fiamme, e sanzioni a carico dei trasgressori aumentate.
10 luglio 2017 - Forlì, Cesena, Società
La Regione Emilia Romagna prevede una fase di attenzione fino al 30 settembre
Per ogni segnalazione di incendio boschivo è fondamentale attivare tempestivamente i Vigili del Fuoco al numero d’emergenza 115 o segnalare a Emergenze Forestali Carabinieri Forestali al numero 1515. Per comunicazioni di abbruciamenti controllati o altre attività con rischio incendio telefonare allo 8008-41051 dei Vigili del Fuoco.
20 luglio 2016 - Forlì, Cesena, Cronaca
EMILIA-ROMAGNA. Scatta sabato 23 luglio in Emilia-Romagna lo stato di grave pericolosità per gli incendi di bosco. 
30 giugno 2016 - Forlì, Cesena, Cronaca
FORLÌ. Si è tenuto nei giorni scorsi, presso la sede di Forlì del Servizio Area Romagna dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile della Regione, un incontro operativo sull’organizzazione del Servizio Sorveglianza A.I.B. (anti incendi boschivi). 
30 giugno 2014 - Cronaca, Società
Volontari in prima linea ma anche i cittadini possono fare la loro parte
EMILIA ROMAGNA - Scatta oggi lo stato di attenzione per gli incendi boschivi su tutto il territorio regionale. Previsti controlli a tappeto ed un continuo monitoraggio per scongiurare il fenomeno degli incendi spontanei e dolosi. Ecco tutti i riferimenti in caso di avvistamentodi un rogo
FORLÌ-CESENA. Da 22mila euro nel 2012 a 17mila euro nel 2013. A tanto ammonta il taglio che la Regione Emilia-Romagna ha effettuato per la prevenzione degli incendi boschivi. Se i tagli vanno avanti per scaglioni di 5mila euro l'anno, in capo a tre o quattro anni la Provincia dovrà cavarsela da sé.
25 giugno 2013 - Forlì, Cesena, Cronaca, Società
FORLI’ / CESENA - Dal 1° luglio scatta la fase di attenzione per gli incendi boschivi in Emilia-Romagna che durerà fino al 30 settembre 2013. Come previsto dal “Piano regionale di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi” (periodo 2012-2016), squadre di Vigili del Fuoco, del Corpo forestale dello Stato e volontari di Protezione civile lavoreranno insieme su tutto il territorio. Verranno coordinate dall’Agenzia regionale di Protezione civile attraverso la Sala operativa unificata permanente (Soup) durante tutto il periodo di attenzione, in stretto raccordo con Province, Comuni e Comunità montane.
6 marzo 2013 - Forlì, Cesena, Cronaca, Società
Destano preoccupazione il fenomeno degli incendi boschivi e dei bocconi avvelenati
FORLI’ / CESENA - Un anno di controlli del Corpo Forestale dello Stato: cosa è stato messo in campo per contrastare gli illeciti ambientali e la criminalità perpetrata nei confronti della flora e della fauna del territorio provinciale. Nell’ambito della prevenzione, i reparti hanno attuato nel corso di tutto il 2012, azioni di monitoraggio continuo. In un anno solare, sono stati effettuati 12.390 controlli, accertate 5.135 persone e 481 veicoli,  in particolar modo nelle zone collinari e alto appenniniche. I settori di maggiori interessi sono stati quelli relativi alla  “tutela del territorio”  e in questo caso sono stati eseguiti  3.156 controlli, accertando anche in questo caso la posizione di 505. A queste si sommano le collaborazione con le altre Forze di Polizia, in ossequio alle indicazioni della Prefettura e della Questura, che hanno portato all’esecuzione di  3.017 azioni di controlli verificando anche 84 persone.
11 ottobre 2012 - Forlì, Cesena, Cronaca
L'apporto di nuove forze dell'ordine ha permesso un maggiore controllo e una diminuzione dei reati
FORLI / CESENA - La riunione di questa mattina è stata occasione per fare sintesi sull’operato della stagione estiva. Metro di misura delle forze e delle operazioni messe in campo sono state: laprevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale, delle rapine a danno di Istituti di Credito, dell’incidentalità stradale e delle cosiddette. “stragi del sabato sera”, nonché dell’immigrazione clandestina. Il Posto di Polizia estivo, in tal senso, è stato un elemento chiave per raggiungere gli obiettivi prefissati con l’attivazione di ben 74 unità aggiuntive, contemporaneamente presenti nel periodo dall’1 al 19 agosto.  Entrando nel dettaglio sono state dispiegate: 13 unità  della Polizia di Stato dal 9 luglio al 25 agosto, 4 unità della Polizia di Frontiera dal 24 giugno al 31 agosto e 2 unità della Polizia Stradale dal 15 giugno al 3 settembre. Per quanto riguarda l’Arma dei Carabinieri, nel periodo estivo le  forze in campo sono state implementate di 30 unità dal 30 luglio al 19 agosto. Anche il Corpo Forestale dello stato è sceso in campo per dare man forte alle altre forze dell’ordine mettendo a disposizione 5 unità dal 1° al 31 agosto.
4 ottobre 2012 - Forlì, Cesena, Cronaca
Circa 106 gli ettari bruciati in 26 roghi, nel periodo gennaio-settembre 2012
FORLI' / CESENA - Anche per l’estate 2012 è stata rinnovata la campagna anti-incendi boschivi (AIB), stabilmente attuata sul territorio di Forlì-Cesena negli ultimi anni grazie al protocollo d’intesa sugli incendi boschivi del 19 settembre 2008. Dal 1 luglio fino al 30 settembre è stata attivata la fase di attenzione. Il protocollo mette in sinergia tutti i corpi preposti a fronteggiare l’emergenza incendi (Vigili del Fuoco e Corpo Forestale in primis), con l’ausilio del volontariato di protezione civile.
29 giugno 2012 - Forlì, Cesena, Cronaca, Società
Dal 1° luglio al 30 settembre scatta in Emilia-Romagna la fase di attenzione per gli incendi boschivi. In attuazione del Piano regionale antincendio, durante tutto il periodo della fase di attenzione squadre di Vigili del fuoco, del Corpo forestale dello Stato e volontari di Protezione civile opereranno in sinergia su tutto il territorio regionale, coordinate dall’Agenzia regionale di Protezione civile attraverso la Sala operativa unificata permanente (Soup) in stretto raccordo con Province, Comuni e Comunità montane.
Condividi contenuti
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.