esuberi

29 gennaio 2014 - Forlì, Economia & Lavoro, Politica, Società
FORLI’ - L’assessore allo sviluppo economico e attività produttive, Maria Maltoni interviene sulla situazione in corso; la vertenza da mesi viene portata avanti da sindacati e lavoratori con alterne vicende. La delocalizzazione della produzione non è un ombra ancora lontana e le dichiarazioni di questa mattina da parte dei vertici dell’azienda, impegnata anche su altri fronti e a tal proposito basti pensare allo stabilimento in Friuli, desta non poche preoccupazioni.
7 novembre 2013 - Forlì, Cronaca, Economia & Lavoro, Società
Oggi blocco dei cancelli, i sindacati vogliono l’intervento del Governo
FORLI’ - Una nuova giornata di lotta oggi per i lavoratori e le lavoratrici della Electrolux di Forlì, da giorni mobilitati contro le decisioni annunciate dal Board della multinazionale che prevedono ulteriori 461 esuberi in Italia prodotti dal taglio di 200 impiegati e dallo spostamento di produzioni verso gli stabilimenti dell’Est europeo, oltre alla messa sotto “investigazione” di tutti e quattro gli stabilimenti dell’elettrodomestico nel nostro paese (Porcia, Susegana, Solaro e Forlì).
29 ottobre 2013 - Forlì, Cronaca, Economia & Lavoro, Società
Probabili 500 licenziamenti in tutta Italia, produzioni forlivesi rischiano meno
FORLÌ. Sedici ore di sciopero entro venerdì 9 novembre per protestare contro le decisioni della Electrolux. È quanto hanno deciso ieri i sindacati Fiom, Uilm e Fim, a seguito dell'incontro di ieri a Mestre con la Direzione Electrolux, in cui l'azienda ha presentato un piano per gli stabilimenti italiani che prevede una rapida indagine conoscitiva della situazione delle fabbriche italiane e, subito dopo, una serie di cambiamenti radicali nell'intero impianto. Si parla del licenziamento di circa cinquecento persone. Giovedì 31 ottobre, a Forlì, si terranno le assemblee sindacali in fabbrica.
Chiuse 450 imprese in provincia negli ultimi 5 anni
FORLI' - L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro. Così almeno recita l’articolo 1 della nostra Costituzione. Sono quindi le fondamenta della nostra democrazia a tremare ogni volta che la falce della crisi miete un’azienda o anche un solo posto di lavoro. Il lavoro prima di tutto, quindi. Ma per non fermarsi ad affermazioni che hanno il tenore degli slogan elettorali sono necessarie azioni, da parte di tutti gli attori del contesto socio-economico di questo paese. Le crisi delle grandi aziende occupano spesso le prime pagine della stampa locale, le istituzioni si attivano e, pur tra mille difficoltà, spesso si arriva a soluzioni ragionevoli e più o meno condivise. La positiva soluzione della trattativa tra i sindacati e il gruppo Bonfiglioli rappresenta una buona notizia per la città, così come le parziali rassicurazioni della nuova proprietà del gruppo Ferretti circa il futuro dello stabilimento forlivese, anche se resta ancora irrisolto il problema dei 28 esuberi.
Maltoni, "negli incontri, infatti, si è sempre parlato di riorganizzazione, non di crisi del gruppo"
FORLI' - "Abbiamo letto con preoccupazione e sconcerto le notizie riguardanti il possibile avvio di procedure di mobilità alla Ferretti Group. Infatti negli incontri fin qui svolti in ambito istituzionale con le organizzazioni sindacali e con la direzione aziendale, lo scenario prospettatoci era sempre stato quello di trasferimenti di personale che destavano certo preoccupazione, ma che disegnavano una situazione diversa  da quello che pare delinearsi. In questi incontri, infatti, si è sempre parlato di riorganizzazione, non di crisi del gruppo.
Raggiunto un accordo per la mobilità solo su base volontaria ed incentivata
FORLI’ - A seguito della formalizzazione da parte di CCLG spa e anche dalla controllata CCLG Energy di un numero pari a 12 esuberi complessivi sulle due aziende, che occupano a Forlì circa 120 lavoratori (110 in CCLG spa, una decina in Energy), nei giorni scorsi si è svolta, anche dopo aver effettuato una prima assemblea di mandato con tutti i lavoratori dell’azienda, una trattativa serrata tra RSU, FIM FIOM UILM e la Direzione aziendale CCLG assistita dalla CNA provinciale.
Denis Merloni, "non era di certo nelle nostre aspettative"
FORLIì - Ferretti, anche la Provincia è spaesata sulla questione dei 100 esuberi del settore quadri e impiegatizio. “Siamo in contatto con la direzione e abbiamo individuato alcune date da qui al 25 marzo per incontrarci e confrontarci sul piano industriale e sull’accordo del nuovo stabilimento”, ha spiegato l’assessore al lavoro della Provincia di Forlì Cesena, Denis Merloni, a margine della conferenza stampa di presentazione dei dati sull’occupazione nel territorio forlivese e cesenate.
28 febbraio 2013 - Forlì, Cesena, Cronaca, Economia & Lavoro
Cgil Cisl e Uil una soluzione con l'azienda
FORLI' - Lunedì 25 febbraio si è tenuto a Forlì, l’incontro richiesto dalla Direzione Aziendale della Ferretti SpA, con le organizzazioni sindacali e le Rappresentanze unitarie di tutti gli stabilimenti del gruppo. Cgil, Cisl e Uil, spiegano che l’azienda, dopo aver richiamato la situazione di mercato e le condizioni finanziarie e produttrice del gruppo, ha dichiarato di voler procedere all’apertura di una procedura di mobilità per circa 100 lavoratori, in applicazione di quanto deciso nel piano industriale, in merito alla prevista riduzione di costi fissi non direttamente legati al processo produttivo. Gli esuberi individuati dall’azienda sarebbero appartenenti alle categorie dei quadri, impiegati e operai indiretti e sarebbero distribuiti su tutti i cantieri del Gruppo.
A Forlì sono a rischio 200 posti di lavoro
FORLI' - “Qualche giorno fa l’Electrolux di Mestre, nel corso dell’incontro coi sindacati, ha annunciato  ben 1.129 esuberi. Ne erano già stati previsti 597 nel piano di ristrutturazione nel 2013 a cui se ne sono ora aggiunti 532 nuovi. I lavoratori che rischiano il posto di lavoro, sono ripartiti fra i vari stabilimenti italiani; per Forlì si parla di 200. Dal 20 febbraio prossimo inizieranno le trattative dei sindacati per ridurre il numero degli esuberi attraverso i contratti di solidarietà da sei ore giornaliere.“
7 febbraio 2013 - Forlì, Economia & Lavoro, Società
La Fiom: “Suggeriamo ricorso ai contratti di solidarietà”
  FORLÌ. “Un negoziato complesso e difficile che deve vedere la partecipazione, il protagonismo e la determinazione dei lavoratori”. È in questo modo che la Fiom commenta l'incontro di ieri a Mestre con i dirigenti dell'Electrolux. Nel corso dell'incontro si è parlato anche dello stabilimento forlivese.
17 gennaio 2013 - Forlì, Cronaca, Economia & Lavoro, Politica
Csadei, “Un nuovo piano industriale come alternativa agli esuberi”
FORLI' - «L’azienda si impegni a trovare una soluzione alternativa agli esuberi. Non si può far ricadere sulle spalle dei lavoratori, sui quali già pesano le incertezze di tenuta occupazionale e salariale, i costi della crisi senza prima cercare un’altra strada, individuabile con un nuovo piano industriale». È quanto afferma Thomas Casadei, consigliere regionale e Capogruppo PD della Commissione Lavoro, Scuola, Formazione, Cultura e Sport, in merito ai 230 esuberi annunciati dalla Bonfiglioli riduttori su tutto il territorio regionale, di cui 50 nello stabilimento di Forlì.
CGIL, CISL e UIL chiedono la convocazione urgente di un tavolo urgente al presidente Bulbi
La spendine review provoca allarme e preoccupazioni tra le organizzazioni sindacali della Provincia di Forlì Cesena che ribadiscono il valore dell’impiego pubblico, come “strettamente connesso alle funzioni e ai servizi offerti alla collettività”. Il dimezzamento dei numeri, l’impoverimento conseguente delle funzioni e competenze aprono le porte ad un depotenziamento istituzionale e professionale che rischia di trasformarsi in esuberi, "fughe di professionalità" e riduzione degli stessi servizi.
Condividi contenuti
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.