Dometic Italy

30 gennaio 2014 - Forlì, Economia & Lavoro, Politica
FORLI' - Ormai anche sul tema della crisi economica, che pure attraversa tutta l’Italia, Forlì pare avere una propria peculiarità.   Purtroppo quasi tutti i grandi gruppi industriali presenti dichiarano difficoltà tali da paventare forti riduzioni di personale (Alpi Modigliana), rischio di chiusura totale (Cantieri del Pardo), delocalizzazione all’estero (Electrolux), delocalizzazione in altre Regioni (Ferretti). L’elenco potrebbe continuare con la Dometic Italy e altri ancora.
20 novembre 2013 - Forlì, Cronaca, Economia & Lavoro
Forlì mantiene la produzione dei condizionatori e generatori
FORLI' - E' stato raggiunto oggi presso la sede del Ministero del Lavoro a Roma l'accordo per la gestione della crisi Dometic, determinatasi a seguito della decisione della multinazionale svedese di spostare in Cina le produzioni fino a giugno realizzate a Forlì.   A partire dal mese di giugno i lavoratori della Dometic, insieme alle Organizzazioni Sindacali, hanno messo in atto tutte le iniziative di lotta possibili, dagli scioperi, alle manifestazioni pubbliche fino a forme di disobbedienza civile finalizzate ad evitare l'uscita dal sito di Forlì di pezzi e componenti fintantoché la vicenda non si fosse conclusa con un accordo.
Saltato il tavolo di trattativa previsto per oggi
FORLI’ - Oggi si sarebbe dovuta svolgere presso la sede di Confindustria di Forlì la trattativa per la gestione della crisi della Dometic Italy, crisi esplosa dopo la decisione della multinazionale di trasferire le produzioni in Cina, licenziando 45 lavoratori sui 74 dipendenti in Italia. Questa mattina si sarebbe dovuto svolgere un tavolo di trattativa per dare seguito all’incontro tenutosi il 13 settembre scorso, nel corso del quale i lavoratori si erano impegnati a far partire i prodotti finiti a magazzino (66 generatori) per preservare i clienti dell’azienda.   Però oggi la trattativa non c’è stata.
9 settembre 2013 - Forlì, Cronaca, Economia & Lavoro
In tre punti si cerca di portare avanti una trattativa ormai arenatasi da troppo tempo
FORLI’ - Di fronte alla situazione in cui le trattative con i rappresentanti della Dometic Italy sono di fatto bloccate, Fiom Fim e Uilm di Forlì e i delegati sindacali dello stabilimento forlivese dell’azienda hanno inviato oggi una lettera direttamente all'Amministratore delegato (CEO) del Gruppo Dometic, Roger Johansson.
FORLÌ. Bloccare la delocalizzazione. Magari con una legge ad hoc, che permetta allo Stato di recuperare in toto i finanziamenti elargiti per l'innovazione alle imprese che poi hanno deciso di andare a produrre in Cina o in un qualunque altro paese in cui il costo del lavoro è molto inferiore a quello italiano. È questo uno dei cardini della proposta politica di Paolo Ferrero, che il segretario nazionale di Rifondazione Comunista ha presentato ieri mattina davanti ai cancelli della Dometic.  
30 agosto 2013 - Cronaca, Economia & Lavoro, Società
Riusciti sciopero e presidio dei sindacati contro Unindustria
FORLI’ - Pienamente riuscito per Cgil Cisl E Uil, lo sciopero di quattro ore della giornata di oggi e i presidi organizzati dai lavoratori della Dometic Italy di fronte alle sedi di Unindustria di Forlì, in corso Garibaldi e in Via Punta di Ferro.  
"scarso rispetto delle istituzioni, del territorio e degli accordi presi con i lavoratori"
FORLI' - In una nota congiunta l'assessora alle Attività Produttive del Comune di Forlì, Maria Maltoni e l'assessore al Lavoro della  Provincia, Denis Merloni, esprimono la propria preoccupazione per quanto accaduto alla Dometic di Forlì e dichiarano la propria disponibilità ad ospitare in sede istituzionale, l'incontro già fissato per  il prossimo 5 settembre tra le parti, così come richiesto dalle organizzazioni sindacali.
I sindacati strigliano azienda e presidente di Unindustria
Duro comunicato stampa dei sindacati sulle dichiarazioni di Giovanni Torri (Unindustria) e della Dometic Italy
Nessun passo indietro ma si chiarisce la posizione aziendale
FORLI' - Dometic Italy S.r.l. ha annunciato l'intenzione di consolidare le attività commerciali, lo sviluppo dei prodotti e l'amministrazione a Forlì, cessando le attività produttive (ivi comprese quelle di condizionatori e generatori) che sono svolte in altri impianti più grandi, di società del gruppo.   Questi cambiamenti sono il risultato di condizioni generali di mercato, nonchè della generale strategia produttiva del Gruppo.
26 agosto 2013 - Forlì, Cronaca, Politica
"Viola le più elementari regole del buon senso e del vivere civile".
FORLI’ - I fatti avvenuti alla Dometic Italy, hanno lasciato sgomento anche il parlamentare forlivese, Marco Di Maio che ha commentato: “E' fatto di estrema gravità. L'atto di tentare, di nascosto e approfittando del periodo vacanziero, di mettere i lucchetti allo stabilimento di Forlì per proseguire nel trasferimento in Cina della produzione, si commenta da solo".
24 agosto 2013 - Forlì, Cronaca, Società
I lavoratori bloccano la dirigenza impegnata a svuotare i magazzini dell'azienda
FORLI' - Nella notte tra venerdì 23 a sabato 24 Agosto, poco dopo le 3,00, Marco Grimandi (Amministratore Dometic Italy) insieme a Hakan Ekberg (responsabile europeo della produzione per il Gruppo Dometic) e un terzo dirigente svedese della multinazionale, accompagnati da una decina di persone sconosciute (e sicuramente non dipendenti della Dometic Italy), hanno cercato di caricare i generatori presenti nei magazzini degli stabilimenti di Via Virgilio e Via Zignola.
Casadei (PD) : “Urgenti provvedimenti normativi per contrastare il fenomeno delle delocalizzazioni”
FORLI' - "I manager della multinazionale Dometic sembrano intenzionati a cessare la produzione nello stabilimento di Forlì, cancellando così il negoziato proposto dai sindacati e sostenuto dalle lavoratrici, dai lavoratori e dalle istituzioni locali", con queste parole il consigliere regionale del PD, Thomas Casadei interviene sulla vicenda Dometic paventando come oltre al danno in sè, la situazione rischi di creare dei pericolosi precedenti per la delocalizzione delle grandi imprese.
L'azienda non retrocede di un millimetro, sarà chiusa la produzione in Italia
FORLI’ - Nell’incontro che si è svolto ieri pomeriggio in Provincia, Dometic Italy ha ribadito la decisione della proprietà svedese di cessare la produzione nello stabilimento di Forlì senza accettare il negoziato proposto da Fim, Fiom e Uilm e dalla RSU, ma sostenuto inoltre anche dalle Istituzioni locali, che prevedeva il mantenimento a Forlì di una quantità di pezzi (tra condizionatori e generatori) necessari per utilizzare i contratti di solidarietà al fine di evitare licenziamenti.
I sindacati incassano la solidarietà delle istituzioni e scriveranno ai produttori italiani di camper
FORLI’ – La mobilitazione è in atto da giorni ma con l’iniziativa messa in campo ieri sera, i lavoratori della Dometic Italy lanciando di nuovo un chiaro messaggio alla dirigenza dell’azienda svedese: non si vuole chiudere senza combattere.
Monica Donini della Federazione della Sinistra, si schiera con i dipendenti dell'azienda in agitazione
FORLI' - Anche la Federazione della Sinistra si schiera al fianco dei lavoratori della Dometic Italy. Con una nota stampa il consigliere regionale Monica Donini ha comunicato che giovedì prossimo parteciperà al sit-in organizzato dai lavoratori dell’azienda che da giorni sono in lotta contro la decisione di delocalizzare gli stabilimenti produttivi in Cina. “Questa delocalizzazione è del tutto ingiustificata - commenta la Consigliera -  poiché la Dometic ha registrato utili, pur nel periodo di crisi, in più il mercato di riferimento dei prodotti dell’azienda risulta essere principalmente l’Europa”.
5 luglio 2013 - Forlì, Economia & Lavoro, Società
I sindacati sul piede di guerra, "siamo alla follia"
FORLI' - Si è svolto questo pomeriggio in Provincia l'incontro con la delegazione della Dometic Italy, mentre i lavoratori in presidio manifestavano in piazza Morgagni. L'avvocato dell'azienda ha ribadito le scelte della multinazionale svedese, confermando che lo stabilimento di Forlì produce utili e sostenendo che la decisione di spostare l'intera produzione di condizionatori (24,000 pezzi all'anno) in Cina è anche dovuta al fatto che i prossimi anni si annunciano più difficili di quelli passati.
3 luglio 2013 - Forlì, Cronaca
Venerdì incontro con la delegazione dell’azienda
FORLI’ - Nella giornata di ieri, al termine dell’incontro che la delegazione della Dometic, composta dall’avvocato Carlo Martinelli e da Marco Grimandi, con gli assessori di Comune e Provincia di Forlì, Maria Maltoni e Denis Merloni, è stato definito un incontro di trattativa che si terrà venerdì 5 luglio alle ore 15.00 in Provincia.
Questa mattina picchetto davanti agli uffici amministrativi
FORLI’ - Continua la lotta dei lavoratori della Dometic Italy contro la decisione della multinazionale di cessare le produzioni a Forlì nell'ambito di un piano di chiusure di tutti i siti in Italia ad eccezione di quello forlivese di via Virgilio.
1 luglio 2013 - Forlì, Cronaca, Società
Il consigliere regionale tuona, “Decisioni inaccettabili dall’azienda”
FORLI' - “Esprimo tutta la mia solidarietà ai lavoratori in lotta della Dometic di Forlì, di fronte alla improvvisa decisione di cessare la produzione a Forlì: si tratta infatti di una situazione inaccettabile da ogni punto di vista, in quanto la decisione della proprietà non è legata ad una situazione di crisi, ma soltanto alla volontà di delocalizzare la produzione in un paese, la Cina, dove si pensa che la manodopera abbia un costo inferiore, senza tenere in alcuna considerazione la situazione dei lavoratori occupati nello stabilimento forlivese, l'unico in cui avviene la produzione”.
Da questa mattina i dipendenti hanno incrociato le braccia e avviato un presidio in azienda
FORLI’ – “Siamo riusciti ad ottenere dieci minuti del tempo di management di Dometic che, come accaduto nell’occasione precedente, ci ha fatto i complimenti per l’ottima produzione. Peccato che poi abbiano sentenziato la nostra condanna”. Con queste poche parole, Simone Zanelli, Rsu della Uil sintetizza quanto sta accadendo oggi alla Dometic Italy dopo l’incontro avvenuto questa mattina tra lavoratori e dirigenza aziendale. La trattativa, come abbiamo già riportato, non è nemmeno iniziata e la decisione con cui il management si è presentato all’appuntamento non lascia spazio a troppe interpretazioni:  si parla di chiusura della produzione e spostamento completo in Cina.
L’incontro con la dirigenza svedese ha avuto esito negativo, sarà chiuso lo stabilimento
FORLI’ - L’incontro di questa mattina alla Dometic Italy di Forlì,  a cui hanno preso parte il responsabile della produzione europea del Gruppo, Hakan Ekberg, è durato solo 10 minuti; tanto è bastato all’azienda per comunicare che non ha alcuna intenzione di fare un passo indietro sulla decisione di cessare la produzione in Italia. L’azienda ha semplicemente spiegato alla delegazione sindacale, infatti, che anche tutte le sedi al di fuori di quella di via Virgilio saranno chiuse.
Previsto per giovedì l’incontro con il management svedese
FORLI’ - In questi giorni i lavoratori della Dometic hanno messo in atto le azioni di lotta decise in assemblea e finalizzate a contrastare la scelta della multinazionale di trasferire le produzioni in Cina e per sostenere il “piano sociale” presentato da Fim, Fiom, e Uilm ed approvato dall’assemblea dei lavoratori.
21 giugno 2013 - Forlì, Cronaca, Società
“Le istituzioni si esprimano sul piano sociale prima del prossimo incontro”
FORLI’ - Si è svolto questo pomeriggio, come annunciato, lo sciopero, chesecondo l'organizzazione ha registrato un adesione al 100%, dei lavoratori di tutti gli stabilimenti forlivesi della Dometic Italy con una manifestazione pubblica davanti al sito di Via Virgilio. I lavoratori in sciopero hanno innanzitutto approvato il “piano sociale” per il mantenimento delle professionalità e delle produzioni nel territorio che contiene le richieste che FIM CISL, FIOM CGIL e UILM UIL sosterranno, insieme alla RSU aziendale, al prossimo incontro con il management della multinazionale previsto entro la fine del mese di giugno.
20 giugno 2013 - Forlì, Cronaca
L'analisi critica dell'economia del territorio di Stefano Gagliardi (PdL)
FORLI’ – “Dopo i clamorosi fallimenti di Sapro e dell'Aeroporto, ecco che sono le aziende, gioielli per il nostro territorio e fonte di reddito per tante famiglie, a trasferirsi altrove, impoverendo sempre più il suolo forlivese. Sembra così, dopo che un'altra azienda del forlivese, la Dometic, lascia il territorio per spostarsi all'estero, e dopo che la Ferretti pare non abbia alcuna intenzione di investire nell'area Ronco e comunica invece lo spostamento anche dell'ufficio acquisti nelle Marche. Il tutto pare avvenga  nel silenzio generale, impotenti i sindacati, assenti le istituzioni e tutto il resto…….ma ciò accade per non sufficienti capacità o per scarsa attenzione, oppure mi sbaglio? Possibile che solo in campagna elettorale ci si rivolga ai cittadini con la sensazione che a qualcuno stia a cuore la sopravvivenza di Forlì? Perché non siamo più un territorio appetibile?
Morrone, "Grazie e arrivederci in Cina, le Istituzioni prendano per la gola i vertici aziendali"
FORLI' - "Bollettino di guerra: ennesima azienda del forlivese che chiude e delocalizza nel sol levante. Decine di operai a casa e logiche di mercato che schiacciano i livelli occupazionali del nostro territorio. A questo disastro non si  può assistere con le mani in mano - Comune, Provincia e Regione devono collaborare sinergicamente per trattenere le piccole medie imprese nei nostri territori." - questo l'appello del Segretario leghista Jacopo Morrone sul caso Dometic Italy e il fenomeno dilagante dell'internazionalizzazione dei sistemi di produzione. Il copione si ripete (Ferretti, Trasmital e Marcegaglia le più note) - Forlì perde l'ennesima pedina nella scacchiera del panorama produttivo locale. Oltre al danno la beffa: gli operai della Dometic Italy sono bravi e producono utile...ma si sono visti sbattere la porta in faccia dai top manager svedesi dell'azienda.
Condividi contenuti
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.