14 marzo 2019 - Turismo, Cronaca

Confedilizia: a Forlì ci vorrebbe più coraggio sulla sosta gratuita in centro

"Il sabato pomeriggio andrebbe pubblicizzato meglio"

L'Associazione dei proprietari di casa ritiene l'argomento sosta tra quelli importanti per il rilancio stabile del cuore della città Per Confedilizia Forlì-Cesena affrontare l'argomento della sosta è molto importante, tra altri diversi aspetti, per porre le basi di uno stabile rilancio del centro storico di Forlì. “Vogliamo partire da un positivo - sottolinea Carlo Caselli, presidente provinciale di Confedilizia - valorizzando quello che di buono riteniamo esserci, con spirito costruttivo. Questo è il nostro stile. E in tal senso giudichiamo favorevolmente l'introduzione alcuni mesi fa della sosta gratuita in centro al sabato pomeriggio a partire dalle ore 15. Ma ci aspettavamo che un provvedimento del genere, messo in campo dopo numerosi anni di richieste rimaste inascoltate, fosse decisamente maggiormente pubblicizzato. Basti pensare che ancora oggi presso gli erogatori dei bigliettini della sosta non è messa ben in evidenza questa novità. E infatti molti cittadini ci hanno segnalato che in questi mesi gli è capitato, sovrapensiero e abituati da decenni in cui la sosta si pagava al sabato pomeriggio, di fare inavvertitamente un biglietto con validità per il lunedì”.

Secondo Confedilizia ci vorrebbe veramente poco: un bell'avviso plastificato (per resistere anche alle piogge) presso ogni macchinetta per il pagamento della sosta in cui semplicemente scrivere in evidenza: SABATO POMERIGGIO SOSTA GRATUITA (in allegato una foto per rendere l'idea).

“Confedilizia sostiene questa posizione - aggiunge Caselli - nella storica convinzione che la sosta gratuita in centro storico sia cosa buona da valutare e dosare per ridare spinta al centro e forse con un pochino di coraggio in più la si poteva tranquillamente estendere a tutta la giornata del sabato, anche al mattino e non solo al pomeriggio, oltre ovviamente alla domenica in cui già è gratuita”. Poi Caselli conclude: “In ogni caso se anche si decidesse di tenere la gratuità solo al sabato pomeriggio lo si pubblicizzi al massimo. Come? Qualche inserzione sui mezzi di informazione, internet, sms, facebook, avvisi presso i parchimetri appunto, locandine da fornire ai negozi, e tanto altro. Non chiediamo di arrivare ai totem disseminati in città per annunciare che “Forlì è città dello sport” ma almeno uno sforzo maggiore. Anche perché un provvedimento, se poi non è adeguatamente comunicato, è come se di fatto non ci fosse, non andando ad incidere sulle abitudini nel tentativo di invertire una tendenza e riportare un numero sempre maggiore di cittadini a godersi di nuovo il nostro bel centro storico di Forlì”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.