Martedì ultimo incontro del ciclo “Libr'amo” al Parco Urbano

Appuntamento con lo scrittore Aristarco, presenta Marco Viroli

FORLÌ. La Romagna come seconda patria di Dante. Paolo e Francesca. Il topos della perfidia romagnola. Guido Bonatti astrologo forlivese. La profezia di Pier da Medicina. Tebaldello Zambrasi, il traditore di Faenza. Fra’ Alberigo dei Manfredi, il peggiore spirito di Romagna. Guido del Duca e la decadenza romagnola. Guido da Montefeltro. È questo il tema del libro “Romagnoli all'inferno”, scritto da Aristarco e che sarà presentato da Marco Viroli martedì, alle 21, al Parco Urbano Franco Agosto, presso lo stand del libro. Aristarco vive e lavora a Cesena, in un suo mondo appartato, colmo di libri e di gatti. Nel 1985 e nel 1990 ha pubblicato le due edizioni di La galleria degli eroi, ritratti dei politici cesenati. Nel 2008 ha messo mano a Il pataca, un eroe romagnolo, nato dal bisogno di abbandonarsi a una rappresentazione ironica e divertita della figura di un eroe della Romagna, che pare rappresentare molto di quel che siamo o di quel che pensiamo di essere. Il vasto e inaspettato successo raccolto da quel libro ha preteso un secondo atto, Che vigliacaz de Rumagnol spudé (2009) nel quale Aristarco ha messo tutta la sua passione, la scoppiettante propensione al divertimento e l’originalità di uno stile pieno di effervescenti invenzioni. Infine, nel 2012, scrive questo I Romagnoli all’Inferno, provocante divagazione sul mondo dell'oltretomba dantesco e insieme e soprattutto atto d’amore verso Dante e la Romagna.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.