24 marzo 2020 - Forlì, Cronaca

Coronavirus, come cambia il modulo per l'autocertificazione degli spostamenti dopo il Dpcm 22 marzo

La voce "assoluta urgenza" sostituisce quella del "rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza"

Dopo l'ultimo decreto del presidente del Consiglio Giuseppe Conte con nuove misure contro la diffusione del coronavirus, è cambiato ancora il modulo per l'autocertificazione dei cittadini che si devono spostare. Lo si può scaricare qui, lo trovate nei file allegati, o dal sito del Viminale.

Se a casa non si ha la stampante, lo si può ricopiare a mano e va presentato in caso di controllo. Prevede che di dichiarare che si sia conoscenza del Dpcm del 22 marzo e dellpordinanza del Ministero della Salute del 20 marzo che prevede misure sulle "limitazioni alle possibilità di spostamento delle persone" nel territorio nazionale. Nel nuovo modulo si deve dichiarare, oltre alla residenza, anche il domicilio.

Rispetto ai motivi dello spostamento ci sono:

• le  comprovate esigenze lavorative 

• i motivi di salute

• la situazione di necessità

• assoluta urgenza: questa voce sostituisce quella del "rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza", in quanto viene recepito il dpcm del 22 marzo che vieta i trasferimenti da un Comune all'altro.

• situazione di necessità per spostamenti all'interno dello stesso comune, come già previsto dai Dpcm dell'8 e del 9 marzo.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.