18 febbraio 2020 - Forlì, Cronaca

Facoltà di Medicina, il Consiglio comunale vota il piano da 32milioni di euro

Lunedì è stato votato in Consiglio comunale, con un aspro dibattito, l'okay per il piano da 32 milioni di euro, suddivisi in vent'anni, che permetterà l'insediamento dela facoltà di Medicina e chirurgia d Forlì. Come riportato dalle cronache locali, il Comune si è impegnato a finanziare un massimo di 11 milioni e 250mila euro. Il sindaco Zattini ha illustrato il progetto ricordando che è stato ereditato dalla precedente giunta Drei e che arriva dopo una prima fase conflittuale con Ravenna e Rimini. Si partirà con 75 posti a Forlì e 75 a Ravenna, anche se il Rettore ha garantito che il numero sarà presto portato a 100. Al sostegno finanziario del Comune si aggiungerà quello della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e di altri privati che si farannoc arico di 20 milioni e 750mila euro. Nella pratica saranno sottoscritte due convenzioni: una tra Universsità e Fondazioni con i privati per il pagamento degli stipendi dei professori e una tra Serinar (la società consortile che promuove l'insediamento accademico a cui il Comune darà i fondi) e Università per spese di infrastrutture e apparecchiature.

 

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.