27 gennaio 2020 - Forlì

Al via l'inverno musicale forlivese di ForliMusica

Si parte il 31 gennaio con la musica da ripsotiglio

Primo appuntamento per il cartellone musicale di Forlì targato Inverno 2020 organizzato da ForlìMusica – che riunisce le associazioni Amici dell’Arte e Maderna con l’obbiettivo di razionalizzare e ottimizzare le risorse per proporre un unico cartellone musicale di rilievo e avvicinare alla musica un nuovo pubblico anche giovane - con la direzione artistica di Danilo Rossi, prima viola della Scala di Milano. Dopo l’anticipazione di dicembre si parte con il primo concerto di un ricco programma formato da 11 appuntamenti, dal 31 gennaio fino al 18 maggio.

Per lo start è stato scelto un ensemble originale, i Musica da Ripostiglio, (perché “da camera” sembrava eccessivo) che portano a Forlì uno concerto di canzoni originali e di classici italiani e internazionali. L’appuntamento con uno spettacolo che si preannuncia emozionante e ironico, è un concerto “atto unico” in grado di coinvolgere un pubblico di tutte le età, venerdì 31 gennaio alle 21,00 al Teatro Il Piccolo (via Cerchia, 98).

Ironici, simpatici, un po’ irriverenti, grandi musicisti, i Musica da Ripostiglio, calcano oggi i “palcoscenici” delle radio e delle tv nazionali oltre ad esibirsi con i grandi artisti dello spettacolo italiano e sono una realtà musicale nata dal ventennale sodalizio artistico di Luca Pirozzi e del chitarrista Luca Giacomelli, a cui si sono aggiunti successivamente Raffaele Toninelli al contrabbasso ed Emanuele Pellegrini alla batteria.

Sono reduci da una serie di tournée teatrali: “Servo per Due” con la regia di Pierfrancesco Favino e Paolo Sassanelli, “Signori in Carrozza” di Andrej Longo, “Django, una Favola di Campania” con Claudio Santamaria, Giuliana De Sio, Vincenzo Salemme, Umberto Orsini, Giuseppe Battiston, Leo Gullotta, Isa Danieli, “A Ruota Libera” con la regia di Giovanni Veronesi insieme a Alessandro Haber, Rocco Papaleo e Sergio Rubini, “Trattoria Menotti” per la regia di Emilio Russo.

Ospiti spesso di trasmissioni tra le più ascoltate dei media nazionali: da Radio2 Social Club a SuperMax, da “Non è un Paese per Giovani” a “Fuorigioco” per Radio 1 e in tv dal programma “Maledetti Amici Miei”, condotto da Giovanni Veronesi, a Tu Si Que Vales sulla Rai a “Edicola Fiore” di Fiorello. Sono stati nella finale del premio Le Maschere del Teatro Italiano 2013/2014 come autori di migliori musiche per teatro. Hanno chiuso la diretta televisiva al Teatro San Carlo di Napoli suonando un brano dello spettacolo “Servo per Due”. Hanno composto la canzone “L’amore che viene l’amore che va” per il film “Due Piccoli Italiani”. Come produzione discografica è del 2011 l’album “Gli Artisti”, del 2012 “Musica da Ripostiglio dal vivo” e nel 2014 è uscito “Signori… chi è di scena!”. Nel 2016 è uscito l’audiolibro per bambini Django, la leggenda del plettro, mentre il “Live in Capalbio 3.02” è stato selezionato per i Grammy Awards nel 2017, seguito nel 2018 da “Zanzara”.

Il programma musicale di Forlì proseguirà poi il 7 febbraio al Teatro Diego Fabbri che avrà l’onore di ospitare il giovane pluripremiato M° Maxime Pascal che dirige per l’occasione l’Orchestra Maderna. Il 22 e 23 febbraio il direttore artistico Danilo Rossi sarà a Forlì, alla Fabbrica delle Candele, con “Una strana Masterclass”. Il 23 febbraio si assisterà anche al gradito ritorno del direttore Filippo Maria Bressan che dirige l’Orchestra Orcreiamo. Il 27 febbraio sul palco del Tetro Diego Fabbri il M° Enrico Fagone dirige Davide Cabassi e l’Orchestra Maderna. Il 13 al Fabbri si esibisce una eccellenza: l’Accademia Bizantina di Ravenna. Si continua il 21 marzo al Teatro Il Piccolo con il concerto dal titolo Jazz Alley, da un’idea musicale e scenica del Liceo Artistico Musicale Statale di Forlì e la presenza straordinaria del clarinettista Gabriele Mirabassi

Il 7 aprile torna sotto i riflettori l’Orchestra giovanile Orcreiamo al Piccolo mentre il 21 aprile al Teatro Diego Fabbri i riflettori si accendono sul giovanissimo direttore d’orchestra Alessandro Bonato. Il 30 aprile, sempre al Fabbri arrivano i virtuosismi del Nuovo trio italiano d’Archi e il 7 maggio al Teatro Piccolo si esibisce la soprano Serena Gamberoni. La programmazione si chiude il 18 maggio al Piccolo con un concerto imperdibile che vede sul palcoscenico il clarinettista Fabrizio Meloni insieme alle Percussioni del Teatro La Scala di Milano.

Biglietteria prevendite: 11-13 e 16-19 tel 0543 26355

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.