23 gennaio 2020 - Forlì, Agenda, Cronaca, Spettacoli

A Forlì la compagnia MK e il filosofo Rocco Ronchi il 25 gennaio al Teatro Félix Guattari

Prosegue nel 2020 la stagione di teatro contemporaneo dal titolo “CORPOATHOS”

Riparte nell'anno nuovo la stagione di contemporaneo CORPOATHOS diretta da Masque Teatro negli spazi del Teatro Félix Guattari a Forlì. Sabato 25 gennaio la serata inizia alle 21 con lo spettacolo “Giuda” della compagnia di danza MK. Originariamente commissionato nel 2010 per l’attore Giovanni Franzoni da Antonio Latella, direttore artistico di una stagione dedicata al tema del Fondamentalismo al Nuovo Teatro Nuovo di Napoli, “Giuda” viene riallestito nel 2014 all’ICI Berlin Institute for Cultural Inquiry per Biagio Caravano, performer storico di tutti gli spettacoli di MK. La
 coreografia è di Michele Di Stefano, Leone d’argento per la Danza alla carriera alla Biennale di Venezia 2014,
 musica e audio sono di Lorenzo Bianchi Hoesch, il disegno luci è di Roberto Cafaggini, 
la direzione tecnica di Davide Clementi 
(organizzazione Carlotta Garlanda,
distribuzione Jean François Mathieu).

In "Giuda" il danzatore sprofonda nella condanna della ripetizione con la misteriosa consapevolezza dell’iniziato; il performer rimane sospeso in questa condizione, aggrappato al momento che precede ogni azione. Come un portiere nello spogliatoio prima della partita, prefigura ciò che il suo corpo dovrà sforzarsi di compiere, generando e subendo con lo stesso aplomb il meccanismo entro il quale viene immesso suo malgrado. Il suo problema è la gestione della cronologia, la creazione di ciò che è stato già deciso, nell’anticipo e nel ritardo. In questo modo egli trasforma la ripetizione in una possibilità oppure resta semplicemente nel dramma della performance.

Attraverso l’ascolto di un paesaggio sonoro che sembra a volte anticipare a volte sottolineare o irridere le azioni del performer, il pubblico è testimone di una lotta contro il tempo, quel tempo che ha in serbo per il protagonista un percorso già scritto, vissuto in un silenzio assoluto. Lo spettatore è invece immerso nella musica che sovrasta la visione e la carica di assonanze quasi cinematografiche. 
Il pubblico ascolta in cuffia degli universi acustici olofonici, a tratti iperrealistici, a tratti invece astratti ed evocativi di un altrove o di una memoria o di una dimensione onirica privata e collettiva.
Il suono é il legame privilegiato tra l’azione e il suo intendimento. Il carattere solitario dell’ascolto in cuffia, attraverso un sistema complesso di registrazioni binaurali, diviene un’esperienza intima ma collettiva, immersiva e realistica.

Mk si occupa di coreografia e performance  e ruota intorno ad un gruppo stabile di artisti costantemente in dialogo con altri performer e progettualità trasversali.  Il gruppo è da subito invitato nei più importanti festival della nuova scena in Italia e all’estero. Tra le produzioni recenti: Veduta, un’indagine immersiva sul paesaggio urbano, Parete Nord, coprodotta da Torinodanza nel 2018, Bermudas, lavoro sul moto perpetuo e il movimento puro e Bermudas Forever Premio UBU 2019 come miglior spettacolo di danza. 

Alle 21,45 avrà luogo una conversazione con il filosofo Rocco Ronchi: Il comico in Brecht. «Il metodo brechtiano e il metodo della filosofia sono sostanzialmente identici». Afferma Ronchi. «La caratteristica rilevante del rapporto di Brecht con la filosofia non è dovuta semplicemente al fatto che Brecht introduca la filosofia come tema del suo teatro. Brecht introduce piuttosto la filosofia come metodo. Il suo teatro è filosofico dal punto di vista formale: in quanto tale, esso è teatro “epico”».

Ingresso serata: 10 euro (si consiglia la prenotazione dei posti)

Per informazioni: www.masque.it - 3939707741 – masque@masque.it

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.