18 novembre 2019 - Forlì, Cronaca

Torna la Festa degli Alberi, la parola d'ordine è "vegetalizzare"

Giovedì 21 novembre, a partire dalle ore 09.30, al Parco Padre Ernesto Balducci, Quartiere Romiti via Sapinia

Torna anche quest’anno la Festa degli Alberi, manifestazione che si svolge su tutto il territorio nazionale, per promuovere l’importanza del verde per contrastare le emissioni di CO2, l’inquinamento dell’aria, prevenire il rischio idrogeologico e la perdita di biodiversità. Quest’anno il Comune di Forlì intende porre l’attenzione su: verde urbano per prevenire furti e rapine e per aumentare il benessere e la felicità. La nuova parola d’ordine, per gli amministratori e per gli addetti al paesaggio, sta diventando il verbo “vegetalizzare”, ovvero sfruttare qualsiasi porzione di spazio per allargare le reti degli alberi.
Numerosi studi confermano che il verde in città, oltre ai benefici più ampi e sopra indicati determinano un incremento degli indici di benessere e di felicità dichiarata laddove i parchi crescono e sono frequentati. Un caso paradigmatico del rapporto solido tra la popolazione e gli alberi è quello di Stoccolma dove il 45 % dei cittadini frequenta un parco almeno una volta alla settimana. Con un importante effetto collaterale, nella capitale svedese continuano a diminuire i suicidi.
Oggi si attribuisce agli alberi anche un valore intrinseco di legalità. Recenti studi americani, infatti, hanno dimostrato che là dove ci sono giardini curati, la microcriminalità è in calo. Altri ricercatori hanno mostrato una diminuzione del 12% dei reati a fronte di un aumento del 10% della copertura arborea nelle città.
L'evento si terrà nella mattina di giovedì 21 novembre, a partire dalle ore 09.30, al Parco Padre Ernesto Balducci, Quartiere Romiti via Sapinia, Forlì, a pochi passi  dalla sede del Comitato di quartiere  e vedrà coinvolti gli alunni della scuola primaria Pio Squadrani, dell'istituto comprensivo n° 5 Tina Gori, che con l'aiuto degli operatori dell’Unità Manutenzione Verde del Comune di Forlì e i volontari del Comitato di Quartiere Romiti, metteranno a dimora 10 alberi, tra i quali 3 di Storace americano, 3 di Liriodendro, 4 di Acero campestre.
Inoltre il MAUSE (Multicentro area urbana per la sostenibilità e l'educazione ambientale) del Comune di Forlì, attraverso i volontari delle Guardie Ecologiche di Forlì, allieteranno gli alunni con un laboratorio di semina di ghiande, raccolte in altri parchi cittadini. Lo scopo è di regalare ai bimbi, o a chi lo chiedesse, una pianta che crescerà con loro. Quest'anno si è aggiunta all'iniziativa anche la collaborazione con il Tavolo delle Associazioni Ambientaliste di Forlì che farà una illustrazione del valore ecologico degli alberi e su come mantenerli sani.
All'iniziativa, parteciperà l'Assessore del Comune di Forlì Giuseppe Petetta, e sarà un'occasione per inverdire e valorizzare la zona circostante e per trasmettere, attraverso l'esperienza pratica e l’educazione ambientale, l'amore ed il rispetto per la natura, ai bambini partecipanti e per rendere le nostre città più respirabili, belle e vivibili.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.