8 novembre 2019 - Forlì, Cronaca

Progetto “Promemoria Auschwitz”, l'Associazione Generazioni in comune paga il viaggio a uno studente di Predappio

èViva Forlì: "Sconcerto per il mancato contributo del Comune"

"Il Comune di Predappio nega contributo alla partecipazione di ragazzi predappiesi al progetto “Promemoria Auschwitz” -treno della Memoria." E' quanto fa sapere l’Associazione Generazioni in Comune che  ha deciso di coprire la quota mancante di 370 euro per consentire il percorso di studi ad uno studente. 

"È dal 2011 c- scrive l'associazione in una nota - che ragazzi predappiesi che frequentano le scuole superiori affrontano questo percorso didattico grazie al contributo dell’amministrazione comunale e di associazioni attive nel territorio provinciale. Quest’anno i ragazzi predappiesi che hanno aderito volontariamente al progetto sono due: una quota è stata messa a disposizione da Anpi Forlì-Cesena e l’altra avrebbe dovuto coprirla l’amministrazione."

"Il progetto “Promemoria Auschwitz” realizzato in tutta Italia con il patrocinio del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati è un progetto di educazione alla cittadinanza attraverso la promozione della partecipazione, pensato per accompagnare le giovani generazioni alla scoperta e alla comprensione della complessità del reale – a partire dal passato e dalle sue rappresentazioni – e all'acquisizione dello spirito critico necessario per un protagonismo nel presente.

Vedere Auschwitz oggi e coglierne il significato, le implicazioni e le complessità non può prescindere da una prospettiva che non si limiti alla memoria nazionale ma sappia allargare lo sguardo a una dimensione più ampia. Guardare alla storia delle persecuzioni e degli stermini della Seconda guerra mondiale significa costruire la consapevolezza che i processi che ne furono alla base sono parte di un passato comune, così come lo sono le conseguenze sociali, politiche, culturali che quella storia ha portato. Senza una forte attenzione all'educazione, all'esperienza, all'apprendimento delle giovani generazioni, non potremo sperare di avere in futuro una società civile più consapevole di ciò che è avvenuto nel nostro passato. 

Proprio per questo troviamo ingiustificabile il mancato contributo da parte dell’amministrazione comunale di Predappio a questo importante progetto.

370 euro non trovati in bilancio -fondi facilmente reperibili- sono una cifra minima che avrebbe dato la possibilità ad un ragazzo di Predappio di vedere con i propri occhi la più grande tragedia della storia dell’umanità. Un fatto dall'alto valore simbolico, soprattutto in queste settimane in cui sono all’ordine del giorno atti di odio e antisemitismo nella nostra società. E' preoccupante che l'Amministrazione comunale di Predappio, città che più delle altre dovrebbe sentire forte il dovere di impegnarsi per tenere viva la memoria, non abbia ritenuto importante dare questo segnale: ci auguriamo che possa ripensarci, altrimenti sarebbe un atto molto grave."

 

Sul fatto è intervenuta anche èViva Forlì che dice di provare"sconcerto per la scelta del Comune di Predappio".

"Avevamo accolto con sollievo, se non con speranza, la dichiarazione del neo eletto sindaco di Predappio che, all'indomani del suo insediamento, si era definito antifascista. Per questo desta sconcerto e indignazione la scelta dell'amministrazione predappiese di non finanziare, con la somma contenuta di poco più di 300 euro, il viaggio di istruzione degli studenti forlivesi ad Auschwitz. Delude perché Predappio dovrebbe dimostrare una sensibilità in più nel vigilare sulla memoria storica, specie dopo le disgustose manifestazioni avvenute in occasione dei periodici ritrovi di nostalgici.

Fa riflettere ancora di più in questi giorni in cui la scorta cui è stata affidata la Senatrice Liliana Segre, sopravvissuta ai campi di sterminio nazisti, ci dice che antisemitismo ed intolleranza sono pericoli più che mai attuali. Purtroppo l'antifascismo non è una mera disposizione interiore, ma una scelta che richiede azioni conseguenti, esattamente contrarie a quella adottata dal Comune di Predappio. L'amministrazione prenda presto consapevolezza della gravità della propria decisione."

Tag: predappio

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.