30 settembre 2019 - Forlì, Cronaca

Arrivano al bar ubriachi e pretendono di avere altro alcol. Barista minacciato ad telefonata anonima

La Polizia di Stato è stata chiamata ad intervenire due volte in un bar in zona via Decio Raggi

Nella serata di ieri, domenica 29 settembre, la Polizia di Stato è stata chiamata ad intervenire due volte in un bar della zona di via Decio Raggi, per le intemperanze causate da due stranieri est-europei, residenti in città, di 44 e 49 anni, i quali, ubriachi, pretendevano dal barista che gli servisse bevande alcoliche.

I due, vale la pena segnalare, erano sopraggiunti al bar già ubriachi, così come riferito dall'esercente e confermato da loro stessi agli agenti che poi sono sopraggiunti. Si tratta di una circostanza importante al riguardo della corretta gestione del pubblico esercizio, poiché caso contrario la legge sanziona l'esercente che determina l'ubriachezza altrui e con maggiore rigore lo colpisce se la somministrazione avviene in favore di persone in stato di manifesta ubriachezza, prevedendo, in caso di condanna, la sanzione accessoria della sospensione della licenza. Quindi, giustamente, l'esercente, non riuscendo ad allontanare dal suo locale questi due individui, che con prepotenza pretendevano di essere serviti, e creavano disturbo agli altri avventori, ha chiamato la Polizia e sul posto è sopraggiunta la Volante dell'Ufficio Prevenzione Generale, che li ha identificati e allontanati, con non poca fatica, visto la vena polemica con la quale alimentavano la questione, continuando addirittura a avanzare la loro pretese di bere anche in presenza dei poliziotti. Nei loro confronti saranno notificati verbali di contestazione della violazione amministrativa prevista dall'art. 688 c.p., così come depenalizzato, con l'ingiunzione di pagamento della somma di 102 euro. La storia però ha avuto un seguito, perché verso sera, quando ormai il bar stava per chiudere, è dovuta intervenite un'altra pattuglia delle Volanti, in quanto il proprietario era stato minacciato telefonicamente in modo piuttosto pesante. L'anonimo interlocutore avrebbe infatti pronunciato frasi con le quali avvertiva che gli avrebbe distrutto il locale così da fargli cessare l'attività. Stante quanto era accaduto un paio di ore prima, il sospetto circa l'autore di questa chiamata minacciosa è fortemente indirizzato verso uno di quei due personaggi, ed ora la vittima dovrà valutare se sporgere querela per attivare le indagini dirette all'identificazione del chiamante.

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.