25 settembre 2019 - Forlì, Agenda, Cronaca, Cultura

Educazione al paesaggio, Italia Nostra presenta un programma di incontri sulla fascia collinare

Dalla Torre di Oriolo a Scardavilla, la prima collina forlivese permette di risalire alle più antiche frequentazioni umane

La fascia collinare alle spalle di Forlì, affacciata, come un grande terrazzo, sulla pianura, conserva i capisaldi della linea di costa dell’antico Mare Padano, golfo dell’Adriatico, e le testimonianze ininterrotte di un rapporto fra uomo e natura che ha determinato le forme del paesaggio. Partendo da questo “Luogo di Incontri” la sezione di Forlì di Italia Nostra ha costruito, insieme con con “LE ROMAGNE®”, un progetto per una Guida On Line del territorio, e in collaborazione con l’Associazione culturale La Foglia, la Società di Studi Romagnoli, il Programma S.F.E.R.A dell’Università di Parma, una proposta educativa e didattica da inserire nel programma nazionale Educazione di Italia Nostra e da sviluppare in più anni, con l’apporto anche di altri soggetti, associazioni ed istituti di cultura.

La presentazione avverrà giovedì 26 settembre alle ore 15,30, nell’ambito della Settimana del Buon Vivere, nella sala del Refettorio dei Musei San Domenico, a cura di Luciana Prati, presidente di Italia Nostra-Forlì, Marina Foschi, consigliere nazionale di Italia Nostra, Valeria Cicala, giornalista e con la partecipazione della Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Forlì e Cesena, degli Amici di Castiglione, del Centro Giovanile “Wellcome “. La pedemontana, sin dalla più remota antichità, è stata luogo di incontro fra uomini, che qui hanno vissuto e lavorato contribuendo a tracciare la fisionomia attuale del territorio. Dal punto di vista paesaggistico l’area presenta una particolare varietà di stratigrafia geologica, ricchezza di biotopi naturali, coltivazioni di qualità, emergenze architettoniche. Questa pista di frequentazione costituisce da sempre la matrice dell’insediamento, raccordando le valli appenniniche nel loro sbocco in pianura, e offre l’alternativa lenta e meditata alla sottostante via Emilia, infrastruttura che organizza la pianura e la rende pienamente abitabile e coltivabile. I due paesaggi convivono in un legame visivo e di percorsi ancora oggi apprezzabile. Riscoprirla significa dunque comprendere il territorio come organismo e narrare un racconto unitario e indivisibile, anche quando scomposto e indagato nelle sue singole parti.

Dalla Torre di Oriolo a Scardavilla, passando per Montepoggiolo, Ciola, Massa, San Lorenzo in Noceto, Collina, Ravaldino in Monte, la prima collina forlivese permette di risalire alle più antiche frequentazioni umane (sito di Ca’ Belvedere - Montepoggiolo), di legare le eccellenze enogastronomiche, in particolare il vino, alla natura del suolo e alle sue trasformazioni, di riscoprire luoghi di grande valore ambientale e paesaggistico. Italia Nostra propone cinque incontri tematici condotti da docenti universitari e studiosi del territorio che approfondiranno i temi che vanno dall’archeologia alla geologia, dalla storia degli insediamenti alla cultura del cibo, fra loro collegati dallo studio del paesaggio e dalla prospezione verso un futuro basato sulla conoscenza. Seguirà nel prossimo anno l’elaborazione di specifici programmi didattici e strumenti di comunicazione e partecipazione per un più responsabile rapporto fra cittadini, ambiente e patrimonio culturale. Per informazioni: 347 4017868 forli@italianostra.org

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.