6 settembre 2019 - Forlì, Cronaca, Sport

Forlì Nuoto, si riparte dopo un anno di risultati

Una nuova stagione alle porte per il Gruppo Sportivo Forlì Nuoto

Ripercorrendo il cammino della passata stagione si ricordano i punti cardine di un anno indimenticabile e di prime volte. Stagione partita subito col piede giusto con il Campionato Italiano a Squadre di Coppa Brema a dicembre 2018. Era la prima volta quindi si partiva dalla terza serie (dalla coda). Già dalle prime prestazioni si è potuta ammirare una grande dimostrazione di squadra che è valsa una storica qualificazione nei primi 8 team in regione al femminile e nei primi 16 al maschile. Risultato che quest’anno permetterà di partire rispettivamente in 1° e 2° serie regionale. Obiettivi ambiziosi di squadra che coincidono anche con quelli individuali. Si riparte sempre da Fabio Lombini che a giugno ha partecipato con i colori Azzurri per la prima volta agli Open di Francia, arrivando in finale A e sfiorando il podio nei 200 e 400 SL, nella stessa settimana prima volta in Finale A anche agli Internazionali d’Italia - Trofeo 7 Colli di Roma nei 400mt Stile Libero. Poi ha continuato a luglio bissando il titolo dei 200 ostacoli ai Campionati Estivi di Lifesaving e ha concluso ad agosto sul secondo gradino del podio Nazionale di Categoria sempre a Roma nei 400mt Stile Libero con il personale stagionale di 3.52"71. Per lui la stagione ripartirà con un crescendo di appuntamenti, ma subito da protagonista il 26 settembre a Riccione con la prima volta ad un Campionato Europeo di Lifesaving, proprio sulla distanza 200mt ostacoli che lo trovano Campione Italiano Assoluto in carica.

Un crescendo di obiettivi che nel corso della stagione scorsa ha coinvolto anche la compagna Beatrice Siboni, che ad aprile ha stabilito il suo miglior piazzamento ai Campionati Italiani Assoluti, quarta nei 50 Dorso con il suo personale 28”92, che le ha permesso di essere convocata fra gli Azzurri che hanno partecipato alla XXXa Universiade a Napoli. Anche per lei un anno di prime volte, infatti è stata prima volta in Finale “B” agli Internazionali d’Italia - Trofeo 7 Colli di Roma, prima convocazione in Nazionale e, perché no non ricordarlo, laurea magistrale che le ha permesso di concludere un percorso netto studio e sport che è sempre bello elogiare per costanza e determinazione.

I traguardi di alto livello non sono finiti perché ci sono i giovani che spingono e, pur rimanendo con i piedi per terra, partono subito col botto. A iniziare da Luca Bravaccini, classe 2005 che prima si toglie la soddisfazione di salire su un podio nazionale alla prima occasione utile ai Criteria Giovanili in vasca corta di Riccione a marzo 2019, arriva al bronzo nei 100 Farfalla e 100 Stile Libero, poi ad agosto si supera ai Nazionali di Categoria Estivi al Foro Italico. Tre gare, tre finali nella categoria Ragazzi 14 anni e tre piazzamenti di spessore. Terzo posto nei 50 e 100mt Stile Libero (24"93, 54"86) e quarto nei 100 Farfalla (58"62) con tre personali impressionanti per la sua età.

Parlando di velocità e di prima volta non è possibile non menzionare Chiara Mangelli che nei 50mt Stile Libero cadette ha chiuso la stagione col tempo 26”92 che le è valsa la 15a posizione nella categoria Cadette ai Nazionali Estivi di Roma. Partendo dalla prima batteria e con il 33° tempo di iscrizione è riuscita alla sua prima partecipazione ad un Campionato Nazionale non solo a scalare notevolmente la classifica e stabilire il proprio personale, ma anche ad essere la prima forlivese di ogni epoca a rompere il muro dei 27 secondi sulla distanza in vasca lunga.  Altrettanto meritevoli di menzione gli altri ragazzi forlivesi che hanno permesso di portare ad un totale di 11 gli atleti portati ai Campionati Italiani fra Assoluti e di Categoria in 36 gare individuali, di cui 12 Finali disputate, 2 staffette giovanili, 3 podi e 2 convocazioni in Nazionale Assoluta: Eleonora Babini (50DO Assoluti Invernali), Gaia Bravaccini (100SL, 50DO Cadette Criteria e 50DO Categoria Estivi) Michelangelo Burattini (50SL Cadetti Criteria), Elia Ragazzini (200SL R14 Categoria Estivi), Bianca Savelli e Sofia Ragazzini (4x100SL cadetti Criteria e Categoria Estivi).

La nuova stagione che sta iniziando riparte, quindi, da dove si è conclusa la precedente: con delle certezze e tante speranze. Speranze cui i nostri ragazzi potranno ambire di soddisfare grazie all’impegno ed ai sacrifici di tutti, grazie al gruppo che, specialmente nei momenti difficili, inietta quella forza e quella determinazione che spesso consente di fare la differenza.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.