29 agosto 2019 - Forlì, Cronaca, Economia & Lavoro

Vendite scolastiche, lo scontrino medio in cartoleria è di 50 euro per zaini e/o astucci

Negozi di vicinato di settore sono ancora un punto di riferimento

Vendite stabili per le cartolibrerie tradizionali a Forlì nell’approssimarsi di questo avvio di anno scolastico. Questo in sintesi il risultato dell’indagine di Confcommercio Forlì in collaborazione con Federcartolai e il Centro studi Iscom Forlì su un panel di imprese associate, e che ha interessato in maniera particolare i negozi di cartolibreria/giocattoli del comprensorio forlivese.

La cartoleria per la scuola e i prodotti informatici hanno fatto registrare un andamento positivo. Stabili invece le vendite di zaini. Il settore libri scolastici nuovi è stabile, in crescita invece l’usato. Si conferma la tendenza emersa già nel 2018 per cui è tornata ad aumentare la quota dei prodotti di cartoleria di fascia intermedia, di qualità ma non necessariamente di marca.

 cali di vendite, laddove evidenziati, sono attribuiti non più soltanto alla crisi economica, ma alla concorrenza della grande distribuzione e delle vendite online: per i prodotti di cartoleria e per zaini e astucci il principale concorrente è la grande distribuzione (indicata da più del 67% degli operatori) mentre per i libri scolastici ha un impatto significativo anche la concorrenza dell’online (43%).

“I dati dell’indagine confermano  che i negozi di vicinato di settore sono ancora un punto di riferimento – dichiara Alberto Zattini direttore  di Federcatolai\Confcommercio Forlì  – e dimostrano che la strada per far fronte alla concorrenza  della grande distribuzione e alla concorrenza invasiva delle  vendite online nel nostro settore sono la professionalità e la personalizzazione del servizio, per una clientela che oggi non è più solo attenta al prezzo, ma che considera la qualità e la durevolezza del bene acquistato. Oggi sempre più è necessario vendere non solo un prodotto, ma un autentico servizio calandolo sui bisogni delle famiglie. Dal nostro punto di vista poi è sempre più importante concentrarci sulla formazione continua dei nostri associati per sapersi muovere in questa direzione”.

Lo scontrino medio per zaini e/o astucci è sui 50 euro, per il corredo scolastico è un po’ più basso e si attesta sui 35 euro. La spesa per libri nuovi è sui 150 euro di media, e dipende dal ciclo scolastico a cui si riferisce (più basso per le medie più alto per le superiori). Lo scontrino medio per i libri usati si attesta sui 45 euro. Quaderni, quadernoni e materiali di cancelleria in genere (penne, accessori per il disegno, ecc.) gli articoli più venduti. Si spende un po’ di più per zaini, astucci e diari, dove emergono preferenze specifiche per alcuni marchi di moda.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.