18 luglio 2019 - Forlì, Cronaca

Aeroporto Forlì, Ragni (FI) : “Si attivi il governo per garantire la presenza dei Vigili del fuoco al Ridolfi”

Alemani (PD): “Morrone inattendibile, ora il sindaco incontri Salvini"

“Siamo sicuri che il ministero dell’Interno garantirà  il massimo lo sforzo per allineare tutte le necessità di legge e consentire alla nuova società di gestione dell’aeroporto di Forlì possa  far definitivamente decollare, assieme ai servizi necessari, anche la programmazione di volo. In particolare, per la costituzione del presidio dei Vigili del Fuoco, a cui seguirà la presenza delle forze dell’ordine all’interno dello scalo di via Seganti, si attende uno scatto che solo il ministero dell’Interno, Salvini, può  fornire concedendo il via libera con l’apposito decreto al trasferimento del personale in loco.” A formulare l’auspicio è  il coordinatore comunale di Forza Italia, Fabrizio Ragni, dopo i problemi autorizzativi evidenziati dalla “Fa Srl” , la società che si aggiudicata la gestione dell’aeroporto Ridoldi.

L’esponente azzurro dal lontano 2013 - dopo il fallimento di “Seaf” e il successivo esperimento surreale  della società  “Air Romagna” di Robert Halcombe – incalza puntualmente e periodicamente le istituzioni locali e regionali per riaffermare l’operatività dello storico aeroporto romagnolo, da lui considerato come “una struttura essenziale per la nostra città e il territorio limitrofo”. "In questa fase è fondamentale che si valuti il reinserimento dell’aeroporto forlivese  tra quelli di interesse nazionale e si proceda con tutti i via libera agli adempimenti burocratico-amministrativi previsti dalla legge , per non arrecare un serio danno ad  un progetto imprenditoriale  avviato da un gruppo di  solide imprese locali  private guidate da valenti  manager. Un  progetto molto importante per la nostra città e l’intero  territorio  confinante, non soltanto come infrastruttura strategica nel ramo dei trasporti,  ma anche per la valenza commerciale e turistica  che determina con l’indotto e i servizi collaterali”, commenta il coordinatore comunale di Forza Italia  Fabrizio Ragni.

Alemani (PD): “Morrone inattendibile, ora il sindaco incontri Salvini"

“Il Ridolfi è fermo perché manca il decreto sul presidio dei Vigili del Fuoco e non per aver inviato "poca documentazione" come dichiarato da Morrone durante la passerella di aprile al Ridolfi con il candidato Zattini (il Sindaco Drei non era stato invitato). La competenza è del Ministero dell’Interno e se Salvini non firmerà il decreto, la società FA S.r.l.  non potrà essere autorizzata dal Ministero dei Trasporti e dall'ENAC ad operare sullo scalo se non sostenendo a proprio carico costi per lei esorbitanti”. E’ quanto afferma il giovane Capogruppo PD Alemani. “Il Sindaco Zattini ha deciso di trattenere la delega sull'aeroporto e quindi ora deve agire, incontrando il Ministro Salvini, affinché anni di lavoro tra pubblico e privato non vengano perduti – prosegue Alemani -. Risulterebbe, poi, paradossale che le stesse forze politiche che hanno sostenuto Zattini come Sindaco di Forlì e che sono al governo del Paese non si prendano la responsabilità di scelte che ora tocca a loro prendere”. “Insomma, a cosa è servita quella passerella ad aprile? o avere per ben due volte Salvini a Forlì se poi nelle questioni che riguardano veramente la nostra comunità non c'è appoggio? E' un dossier che ci riguarda tutti e come gruppo consiliare PD siamo qui per dare una mano perché Forlì torni a volare”, conclude.

Tag: aeroporto

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.