1 luglio 2019 - Forlì, Società

Alea Ambiente, "la passione" raccontata da un forlivese

La testimonianza riportata da un lettore: problema forse risolto, ma che fatica!

FORLI' - Riportiamo una lettera inviata da un nostro lettore, nella quale si evincono ancora evidenti problematicità nella gestione dei servizi da parte di Alea Ambiente. Al termine di una lunga trafila il nostro concittadino è riuscito (forse) a risolvere il suo problema ma "la passione" affrontata lo ha spinto a sollecitare, un'ulteriore sforzo della società per riuscire a "normalizzare" i processi informativi e di consulenza per gli utenti.

 

"In una recente nota Alea Ambiente S.p.A., la nuova società in house che dal 1° gennaio 2019 ha soppiantato Hera nella gestione della raccolta rifiuti nella nostra città, si rivolgeva ai cittadini con queste parole : “si chiede gentilmente agli utenti collaborazione e pazienza durante l'attesa presso i Punti Alea, in questo momento d’intensa attività”.

L’avvento della nuova società e della raccolta differenziata dei rifiuti è stata accolta non senza notevoli perplessità, spesso sfociate in una vera e propria ostilità, ma è destino di ogni innovazione. Resta il fatto che il metodo proposto è condivisibile ed adeguato alle più elementari norme igienico - ambientali ed economiche.

 

La rivoluzione copernicana, presentata riproponendo la fatidica frase di Giulio Cesare “Alea iacta est” illustrava, quale suo punto di forza: un servizio migliore e più economico.

Qualsiasi dirigente d’azienda sa che nella fase di avviamento di un nuovo progetto, si presenteranno criticità e problemi che dovranno essere affrontati e risolti, comportando in tale periodo un maggiore impiego di risorse umane e tecniche, che successivamente potranno essere ridimensionate ad un normale regime.

Ecco invece ciò che possiamo costatare riguardo alla nuova società, qual è lo scenario che si presenta alla sede forlivese di via Golfarelli.

 

Trascurando le difficoltà che il sistema proposto da Alea per il ritiro e la consegna dei contenitori, causa gli orari improbabili e la sede decisamente decentrata e difficilmente raggiungibile per grande parte dell’utenza; all’emissione delle prime fatture, che era intuibile potessero essere origine di numerosi ricorsi, propone orari di apertura degli sportelli sconcertanti: Lunedì dalle 9,00 alle 12,30. - Martedì  e  Mercoledì dalle 15,00 alle 18,00. - Solo Giovedì dalle 9,00 alle 12,30 – 15,00 alle 18,00.

 

Dell’inefficienza di tale articolazione, la cosa più evidente è la chiusura totale del Venerdì, trascurando la mancanza nelle altre giornate, specie il Lunedì.

A sostegno  di tali osservazioni riporto la situazione che ho trovato stamani lunedì 24 giugno, premetto che la stessa sorte l’avevo subita il lunedì precedente, quando mi ero rivolto agli sportelli presentando il mio problema, senza alcun risultato. Avevo quindi pensato di inviare un’email all’Ufficio Legale della Società, ma questa era stata “respinta dal sistema”. Mi ero rivolto allora al numero verde per segnalare tale episodio e mi era stato risposto che la causa consisteva nel fatto che la mia email non era PEC (ma un comune cittadino è tenuto ad utilizzare tale sistema!!!!!); ma l’operatrice che mi ha risposto era molto gentile, ha voluto che le proponessi il mio problema e molto professionalmente mi ha indirizzato nuovamente allo sportello forlivese.

 

Stamani quindi mi sono recato alla sede di Via Golfarelli alle 9,30, mentre la temperatura si stava già alzando, stazionavano fuori dagli uffici oltre trenta persone, altrettante erano all’interno, i più fortunati seduti, alleviando il disagio della temperatura sventolando le fatture. Ho preso dal totem il numero “A 52”. Ho esaminato un poco la situazione: a fronte dei 50-60 clienti in attesa, vi erano agli sportelli cinque impiegati, il tempo medio di evasione delle pratiche pari a circa sei minuti. Risultato, sono uscito dagli uffici alle 12,30, dopo tre ore di attesa, mi consola il fatto che forse ora ho risolto il mio problema.

Ho raccontato tutto questo per invitare la nuova società, almeno per questo periodo “emergenziale” a fornire un servizio più “civile” ai clienti, mostrando verso di loro maggiore rispetto e rispettando la loro dignità, incrementando almeno l’orario di apertura degli sportelli, garantendo tale servizio in tutti i giorni della settimana".

 

 

Lettera Firmata

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.