11 giugno 2019 - Forlì, Cronaca, Eventi

Si chiude con una festa di vicinato il progetto "Mettiti nelle mie scarpe"

Per raccontare il futuro dell’ex fabbrica di scarpe Battistini

Due giorni di laboratori, visite guidate, aperitivi di vicinato, incontri pubblici e un allestimento creato con il quartiere per riscoprire, vivere e festeggiare l’avvio della rigenerazione condivisa dell’ex Fabbrica Battistini. Si chiude con una festa di vicinato il progetto “Mettiti nelle mie scarpe”, il processo partecipativo per la riattivazione dell’area dell’ex Fabbrica di Battistini, vincitore del bando sulla Partecipazione della Regione Emilia-Romagna (L.R. 15/2018), promosso dall’associazione Spazi Indecisi in collaborazione con il Comune di Forlì, il Quartiere San Pietro, il Comitato di cittadini Scarpe Spaiate che ha visto la partecipazione di numerose realtà associative della città e dei cittadini del quartiere.

La festa sarà l’occasione per mostrare alla città le proposte emerse dai tavoli di partecipazione organizzati con la cittadinanza per immaginare e realizzare insieme azioni, eventi e proposte per la valorizzazione e la cura dell’area. Il percorso partecipativo ha permesso di raccogliere numerose idee e di creare una proposta organica per l’amministrazione per rendere la piazzetta dell’ex Fabbrica Battistini un luogo più piacevole e conosciuto: dalla proposta di affiggere una targa con il nome della piazzetta che verrà scelto in occasione della festa, alla proposta di dotare lo spazio di un arredo pubblico coerente e di piante e fiori curati dai condomini, alla facilitazione dei permessi per l’organizzazione di eventi aperti alla cittadinanza. Tutte queste ed altre proposte, già condivise nel corso del percorso con il Comune di Forlì, da validare ufficialmente da parte della Regione Emilia-Romagna e del Comune stesso, entreranno in un patto di collaborazione fra le associazioni e i cittadini dell’area e la nuova amministrazione.  

Oltre a tali proposte, che saranno raccontate nel dettaglio in un momento pubblico sabato mattina, quello che è emerso dal processo è la voglia del quartiere di mettersi in gioco per rendere la piazzetta un luogo più ospitale e vivo. I cittadini si sono già messi all’opera: sabato scorso hanno pulito, disposto le piante e creato l’allestimento della piazzetta che ne racconta la storia. Il tutto per preparare la festa che il 15 e il 16 giugno animerà la piazza con visite, laboratori e un aperitivo di vicinato in cui ognuno porta un piatto da condividere con tutti. Per raccontare com'era un tempo la Fabbrica Battistini parallelamente alla sticker arts alle pareti e agli audio con le testimonianze di ex lavoratori, saranno presenti alla due giorni anche Alberto Cervelli, un ex meccanico della Battistini e Annalisa Battistini, discendente dei Fratelli Battistini autrice di un libro che ne ripercorre la vita. 

SABATO 15 GIUGNO
Dalle 10:30, Il processo partecipativo “Mettiti nelle mie scarpe” Un momento pubblico per raccontare il percorso condiviso di cura e valorizzazione dell’area

Dalle 15.00 alle 19.00 - La fabbrica ieri oggi e domani Visite guidate all’ex Battistini con Alberto Cervelli, ex meccanico della Battistini

- Come si costruisce una scarpa?
Performance artigianale di Salvatore Giardullo

- Calzoliamoci, Laboratorio creativo per dipingere la scarpa dei nostri sogni insieme a Mandalà Dalle 19.00 in poi - Aperitivo di vicinato - Un passo fra suoni e vibrazioni a cura di Mandalà

DOMENICA 16 GIUGNO Dalle 16.00 alle 19.00

- Vidi una scarpa in poesia Laboratorio di poesia visiva a cura del Centro Culturale l’Ortica

- La fabbrica ieri oggi e domani Visite guidate con Annalisa Battistini

- La piazzetta da oggi si chiama…. Affissione pubblica della nuova targa

Dalle 21.00 - Quello che amore non è. Monologo a tre voci a cura di Malocchi e Profumi

METTITI NELLE MIE SCARPE è un progetto di Spazi indecisi nato in in collaborazione con Scarpe Spaiate, con il supporto del Comune di Forlì e del Quartiere San Pietro e grazie al sostegno della Legge Regionale Emilia Romagna n. 15/2018.

L’evento finale è stato realizzato Insieme a Ass. Forlì città Aperta, Centro Aggregativo Mandalá, Ass. Unione per la Pace, Centro Buon Pastore, Centro Culturale l’Ortica, Malocchi e Profumi e gli abitanti del quartiere. Grazie a Annalisa Battistini, Alberto Cervelli, Danila Panzavolta, Marisa Rossi e il Formificio Romagnolo.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.