11 giugno 2019 - Forlì, Cronaca

Elezione Zattini, cosa deve fare il sindaco appena eletto

I primi dieci passi da affrontare tra insediamento, nomina della Giunta e convocazione del Consiglio comunale

Gian Luca Zattini è il nuovo sindaco di Forlì, avendo ottenuto oltre il 53% di preferenze per un totale di 27.207 voti, contro il suo avversario del centrosinistra Giorgio Calderoni che ha ottenuto il 46,93% per un totale di 24.056 voti. Dopo i festeggiamenti di domenica sera è ora di mettesi al lavoro. Ma quali sono i passi che deve fare il sindaco appena eletto? L'Anci, l'Associazione nazionale comuni italiani ha fatto un elenco, ripreso anche da Internazionale.

• Insediamento
L’ufficio elettorale centrale proclama il nuovo sindaco, che riceve ufficialmente l’incarico. Nei comuni sotto i 15mila abitanti la proclamazione spetta invece alla prima sezione elettorale.

• Pubblicazione dei dati elettorali
Il primo compito del neoletto sindaco è pubblicare i risultati elettorali e fare la notifica dei risultati agli eletti entro tre giorni dalla proclamazione degli eletti.

• Nomina della giunta e del vicesindaco
Il sindaco deve nominare i componenti della giunta prima della seduta inaugurale del consiglio comunale e scegliere anche il vicesindaco.

• Convocazione del consiglio comunale
Entro dieci giorni dalla proclamazione degli eletti, il sindaco deve convocare il consiglio comunale, la cui prima seduta dovrà a sua volta svolgersi entro dieci giorni dalla convocazione del consiglio. 

• Seduta di insediamento e giuramento
Il sindaco giura sulla Costituzione e comunica la composizione della giunta. La prima seduta, quindi, si tiene a venti giorni dalla proclamazione.

• Presentazione delle linee programmatiche
Entro 45 giorni dalle elezioni, il sindaco deve presentare le linee programmatiche per il suo mandato, che vanno approvate dalla Giunta.

• Verifica straordinaria di cassa
Il nuovo sindaco procede alle operazioni di verifica straordinaria di cassa, il controllo sugli incassi e i pagamenti del Comune. Va fatto alla presenza dell’amministrazione uscente, del segretario, del responsabile del servizio finanziario e dei membri dell’organo di revisione dell’ente.

• Nomina dei rappresentanti del comune
Il sindaco, entro 45 giorni dal suo insediamento, nomina i rappresentanti del comune presso enti, aziende e istituzioni.

• Nomina del segretario comunale
Non prima dei 60 giorni iniziali del mandato ed entro 120 giorni dal suo insediamento, il sindaco può nominare il segretario comunale, una figura che sovrintende allo svolgimento delle funzioni dei dirigenti e ne coordina l’attività, ma che potrebbe essere presto abolita dalla riforma Madia sulla pubblica amministrazione.

• Nomine nella struttura
Il sindaco nomina i responsabili degli uffici e dei servizi, distribuisce gli incarichi dirigenziali e quelli di collaborazione esterna.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.