10 giugno 2019 - Forlì, Cronaca, Spettacoli

Festa Artusiana, gli spettacoli della XXIII edizione hanno anima e radici toscane e romagnole

Alberto Masoni, Veronica Gonzalez e Cristina Minotti hanno unito competenze ed esperienze

Spettacoli per tutti i gusti ed età  pensati per un pubblico sempre più internazionale con una attenzione per le giovani generazioni alle quali è dedicata la neonata rassegna al Fossato della Rocca “L’Artusina, ricette per crescere felici” tante collaborazioni  con le associazioni del territorio che rendono il progetto condiviso e partecipato. Il programma e il progetto degli spettacoli della XXIII edizione della festa Artusiana che quest’anno va dal 22 al 30 giugno ha anima e radici Romagnole e Toscane proprio come Pellegrino Artusi, e nasce dall’incontro tra  il direttore Artistico Alberto Masoni di Terzostudio di San Miniato, Veronica Gonzalez e Maria Cristina Minotti di Forlimpopoli che hanno messo in team le proprie competenze ed esperienze. Alberto Masoni Terzostudio produttore di spettacoli come “Cucina in Punta di Piedi”,di e con Veronica Gonzalez  dedicato a Pellegrino Artusi Direttore di alcuni importanti Festival come ABC FESTIVAL a Campiglia Marittima, I Fasti a Veroli, La luna è azzurra a San Miniato e gestore organizzativo del prestigioso Mercantia di Certaldo. Veronica Gonzalez  Artista internazionale. Ambasciatrice di Pellegrino Artusi nel mondo. Da quasi 20 anni rappresenta con i suoi spettacoli la città di Forlimpopoli con grande consenso sia di pubblico che di critica. Organizzatrice della Prima edizione di Donna Solidale. Maria Cristina Minotti  organizzatrice, social media manager  e ufficio stampa di Teatro, Festival e Rassegne come Borgo Sonoro, Giardino della Poesia , Burattini e Figure in Romagna, da alcuni anni coordina il Teatro Comunale di Gambettola, in questo progetto mette a disposizione la sua lunga esperienza nella gestione  di eventi. Nove saranno le  serate di spettacolo della Festa Artusiana e si dislocheranno tra Piazza Pompilio, Fossato della Rocca, Via Costa e Via Veneto  con un giusto mix di generi : dal teatro ragazzi, agli artisti di strada, ai gruppi itineranti passando per diversi generi musicali (folk, world music, classica e soul) e spettacoli che senza l’uso della parola sono accessibili ad un pubblico internazionale.  Molti gli artisti che per la prima volta si esibiranno alla Festa Artusiana alcuni dei quali porteranno anche spettacoli legati al cibo come Il Collettivo Clown con “I Panettieri Spaventati” o “Storie da Mangiare” della Compagnia Le Strologhe. Nelle serate della Festa sarà possibile godere di una carrellata delle migliori compagnie in circolazione, spettacoli di grande impatto visivo sonoro  e gestualità che faranno sì che la sezione degli eventi sia tanto apprezzata quanto quella della cucina,  Per il primo anno agli spettacoli dedicati ai bambini al Fossato della Rocca avrà una sua vera e propria identità  che andrà sotto il titolo “L’Artusina, ricette per crescere felici” . Sempre per i bambini è pensata l’altra novità di questa edizione laboratori di cucina e arte creativa  (in pre-serale) con qualche sorpresa per il pubblico. Ogni serata della neonata rassegna sarà presentata dall’artista Veronica Gonzalez la quale, con la sua verve e simpatia, in un gioco di interazione saprà sensibilizzare il giovane pubblico sulla figura di Pellegrino Artusi.

Queste le dichiarazioni della direzione artistica: “Crediamo fortemente che il lavoro di gruppo ed in rete sia vitale per tutta la comunità Forlimpopolese per questo abbiamo contattato e coinvolto alcune tra le associazioni e realtà più vivaci di Forlimpopoli e del cesenate e insieme a loro abbiamo costruito una parte del progetto: questo ci permetterà di arrivare pronti e uniti al 2020 per i grandi festeggiamenti del bicentenario.  Il coinvolgimento è stato facile dettato dall’entusiasmo di lavorare insieme per la propria comunità, di essere uniti, di scambio di idee, ognuno con le proprie caratteristiche e ognuno con un arricchimento per la Festa Artusiana. Le associazioni coinvolte vanno dalla  Scuola di Musica Popolare al  Gruppo Danza Forlimpopoli, dall’ Associazione Mariette alla Galleria d’Arte a Casa di Paola dall’ArtusiJazz all’Associazione Medialuna Tango e per il primo anno alcuni spettacoli saranno messi in rete con la rassegna estiva Burattini e Figure un modo per fare parlare sempre di più della città di ForlimpopoliPer quantoriguarda gli spettacoli abbiamo lavorato per  pubblico eterogeneo dall’avventore che per caso si imbatte nell’esibizione e ne rimane rapito, ad un pubblico, che calendario spettacoli alla mano, viene appositamente per godere delle proposte artistiche della Festa Artusiana”.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.