8 giugno 2019 - Forlì, Cesena, Società

Come fare per smettere di litigare - La mediazione puntata 9

In una coppia mista è necessaria la mediazione delle differenze

In questa puntata vorrei affrontare il tema della mediazione familiare in una prospettiva ampia e soprattutto contemporanea. Da persona adulta guardo con attenzione il tessuto sociale dei piccoli comuni di periferia di oggi e non si può non fare emergere un dato significativo: la presenza di un numero nutrito di persone straniere, di varie nazionalità ed etnie che da anni, ormai siamo alla terza generazione vivono il territorio, lo abitano in modo stabile e continuativo. Ma non solo, i bambini inseriti a scuola, i ragazzi stranieri laureati nel nostro paese che diventano professionisti, che diventano a loro volta genitori e vivono gli spazi di condivisione con gli italiani. Non possiamo allora non parlare di quanto, come direbbe l’antropologa americana Mary Duglass, il nuovo arrivato “contamini” l’esistente. Dell’ antropologa americana i concetti che mi hanno colpito di più e che mi sono rimasti nel tempo, a distanza di tanti anni dalla lettura del saggio sono quelli di ANOMALIA E AMBIGUITA’ perché riflettono una modernità molto forte ai nostri giorni.

Per interpretare l’altro, comprenderlo è necessario conoscerlo, perché è solo attraverso la conoscenza dell’ altro che posso rispettarlo o rifiutarlo perché molto lontano dal mio modello educativo-culturale. La cultura ha la necessità di essere trasmessa nel tempo da una generazione all’altra, al fine di orientare l’uomo. Attore principale di questo processo, non sono solo le nuove generazioni, ma anche la famiglia.

Nel processo di socializzazione il legame tra genitori e figli è fondamentale per l’istaurarsi del processo di trasmissione del patrimonio culturale tra la nuova e la vecchia generazione. Le origini culturali influenzano maggiormente la coppia se questa è mista. Concetto rilevante derivato dall’incontro tra culture è quello di DIFFERENZA, il quale si lega fortemente a quello di IDENTITA’, in quanto differenza e somiglianza sono aspetti compresenti in questa. La famiglia è luogo privilegiato all’interno del quale differenze di genere, generazione e stirpe si confrontano. Affinché tale intreccio possa portare ad una convivenza fatta di rispetto reciproco delle proprie appartenenze, i partner dovranno mediare le differenze culturali e compiere una TRANSIZIONE CULTURALE, che permetta di TRASFORMARE le differenze in risorse.

Gli elementi culturali possono essere dunque paragonati ad una bussola che orienta la vita degli individui e che permettono un’attribuzione di senso alla realtà vissuta. Il ruolo della famiglia nella socializzazione appare congruente con quanto esposto dal modello relazionale, in quanto comunicazione. Proprio perché ogni famiglia trasmette una sua cultura, all’interno della coppia mista è necessaria la mediazione delle differenze. Tra le modalità individuate, quella di allargamento del possibile è risultata di particolare interesse perché più delle altre permette un vero e proprio arricchimento culturale dei partner e soprattutto permette di mantenere solidi quei legami con le proprie origini. In tale tipo di strategia, inoltre, le rappresentazioni culturali dei partner sono usate come una RISORSA per creare una vera e propria mixitè di coppia, cioè una miscela di tradizioni e storie tese alla definizione di una personale cultura familiare. 

 

Vanna Brocculi

Mediatrice familiare e coach

https://www.linkedin.com/in/vanna-brocculi-73740a110/

cell. 348 4762424

 

Articoli precedenti:

n. 1: Mediazione, alla scoperta di una materia ancora poco nota in Italia per la gestione del conflitto

n. 2: Mediazione, il legame affettivo alla base di una relazione stabile è un concetto recente

n. 3: L'obiettivo di una mediazione tra genitori deve essere il bene dei figli

n. 4: La crisi di coppia è crisi della singola persona che è parte della coppia

n. 5: La crisi della coppia prelude a un cammino evolutivo e trasformativo

n. 6: Il carico della separazione sui figli

n. 7: I coniugi devono trovare un accordo su modalità di cura, educazione e istruzione dei figli

n. 8: La collaborazione elastica ha bisogno di creatività

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.