14 maggio 2019 - Forlì, Cronaca

Maltempo, Marco Di Maio chiede di riconoscere subito lo stato di calamità

"Mettere da parte le appartenenze politiche, priorità agli interventi a favore di cittadini e imprese".

Riconoscere subito lo stato di calamità per le province di Forlì-Cesena e Ravenna colpite dalla straordinaria ondata di maltempo e dall'esondazione dei fiumi. Lo chiede il deputato Marco Di Maio, rivolgendosi al governo a cui assicura che "di fronte a questioni di tale portata, verranno messe da parte le appartenenze politiche per dare la massima priorità agli interventi a favore di cittadini e imprese". 

"Seguo da vicino l'evolvere della situazione in Romagna - afferma il parlamentare -, dove i danni provocati dall'eccezionale ondata di maltempo rendono necessario un impegno di tutti i soggetti per far fronte in tempi rapidi alle emergenze. Un esempio in tal senso ci arriva da tutte le forze di soccorso, pubblica sicurezza, amministratori pubblici e volontari, a cui va rivolto il più vivo apprezzamento e ringraziamento per il lavoro che hanno svolto e stanno svolgendo".  "Per questo motivo chiediamo al Governo e alla maggioranza di attivarsi assieme all'opposizione per inserire al più presto, eventualmente già nel decreto "crescita" tuttora all'esame del parlamento - aggiunge il parlamentare - le misure necessarie a sostenere i territori colpiti". 

"Contestualmente - conclude il deputato - va riconosciuto nei tempi più rapidi possibili lo stato di calamità per i danni subiti dall'agricoltura, che sono ingenti e stimati in decine di milioni di euro. Anche su questo punto, siamo pronti, pur dall'opposizione, a sostenere il governo nel favorire un rapido completamento dell'iter di riconoscimento".

-- 

Tag: maltempo

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.