14 febbraio 2019 - Forlì, Cronaca

Rifiuti non raccolti, Alea: "La raccolta si effettua sul suolo pubblico"

La spiegazione del direttore generale Paolo Contò

Alea Ambiente ricorda che le esposizioni dei contenitori devono essere fatte su suolo pubblico, nel punto concordato con gli addetti alla distribuzione. Laddove sia stata richiesta l'autorizzazione di accesso in area privata, l’utente fino alla decisione positiva o negativa da parte dell’azienda deve comunque esporre in prossimità del domicilio ma sempre su area pubblica. “Alcune mancate raccolte, segnalate in questi giorni sulla stampa, rientrano in questa casistica. Ovvero si tratta di esposizioni di contenitori in aree private con l’aspettativa che il mezzo o l’operatore a piedi acceda per l’esecuzione del servizio. Come servizio pubblico e per una questione di sicurezza e praticità, la raccolta di regola viene effettuata mediante il passaggio su aree pubbliche o ad uso pubblico e a tal fine i contenitori vanno esposti al di fuori di ingressi e recinzioni. Questa indicazione vale anche per tutte quelle utenze che nella precedente gestione avevano accordi differenti - dichiara il direttore generale di Alea Ambiente, Paolo Contò - Può accadere che per esigenze operative sia necessario che il servizio sia svolto anche su aree e strade private, ma queste devono essere facilmente accessibili, asfaltate o stabilizzate, senza limiti di carico e portata, di dimensioni idonee al transito e alle manovre, prive di barriere fisse o mobili. E l’eventuale accesso è comunque subordinato oltre che all'autorizzazione sottoscritta da parte della proprietà, anche alla verifica e conferma da parte dell’azienda. Mentre per le aziende dotate di "grandi" contenitori il servizio viene eseguito con mezzi appositi nei punti interni individuati da Alea presso il produttore." Il ritiro dei rifiuti rpesso le aziende che dispongono di grandi contenitori avviene nei punti interni individuati da Alea presso il produttore.

Il sollecito di Daniele Mezzocapo: "possibile emergenza sanitaria"

Il consigliere comunale di Forlì della Lega Daniele Mezzacapo aveva sollecitato la società Alea ad intervenire immediatamente per non mettere in ginocchio gli esercizi commerciali e le ditte presenti sul territorio: "Le attività commerciali di Forlì sono in forte difficoltà per il mancato servizio di ritiro dei rifiuti. Cumuli di immondizia è ammassata vicino a bar, pasticcerie e ristoranti. Anche diverse aziende di ogni tipo si sono trovate improvvisamente con serio problema in più che non riescono a risolvere. Alea non passa a ritirare i rifiuti e in questo modo i titolari sono esasperati". E aveva portato come esempio uno dei tanti casi di gravissimo disservizio. "La pasticceria Forlivese di via Decio Raggi, all'incrocio con la via Campo degli Svizzeri, sottolinea Mezzacapo -  non sa più come fare. Ha ammassato in modo anche ordinato i rifiuti, già separati, e li ha stipati in un cortile che ormai ha riempito perché da 15 giorni non passa più nessuno, nonostante le insistenti richieste del titolare ad Alea la quale tranquillizza e dice che passeranno a ritirare entro poche ore. Ma poi non si vede nessuno". Il leghista Mezzacapo, che ha portato avanti la battaglia contro questo sistema di raccolta e che  subito ha bocciato in consiglio comunale al momento del voto, dopo aver raccolto centinaia di proteste, non solo dalle famiglie, ma anche dagli esercizi commerciali, dice basta. Avverte gli organi preposti a far funzionare la raccolta onde evitare intimazioni scritte. ’Il mancato ritiro - dice Mezzacapo -  nonostante i solleciti, è uno di quei disservizi che genera impotenza nei consumatori. Tra i cumuli lasciati in giro e non ritirati si vedono già grossi topi che vi girano attorno. Questo è un serio rischio per la salute. La salute è un diritto garantito dalla Costituzione. E proprio la Costituzione che viene sempre tirata in ballo per qualsiasi cosa dal PD, il Partito che ha voluto il sistema Alea, adesso tace’.

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.