20 dicembre 2018 - Forlì, Sanità

A Villa Serena una nuova risonanza magnetica ad altissimo campo

Permetterà massima precisione e definizione nelle scansioni a supporto dell’attività di diagnosi

Si arricchiscono di nuove dotazioni tecnologiche le strutture del Gruppo Ospedali Privati Forlì, e in particolare una delle sue eccellenze, la Diagnostica per immagini, che anche quest’anno sta confermando gli ottimi numeri del 2017, quando aveva fatto registrare circa 45mila prestazioni ambulatoriali. Cifre che sono frutto anche della nuova risonanza magnetica ad altissimo campo, installata a Villa Serena, che a fronte di un investimento di 550mila Euro, va ad ampliare un’offerta di strumentazioni all’avanguardia, già particolarmente ricca e che riguarda anche Villa Igea e Villa Orchidee, le altre cliniche del Gruppo. L’apparecchiatura, da 1,5 Tesla a magnete superconduttivo ultracompatto, è indicata per applicazioni total body e rappresenta lo stato dell’arte del settore grazie ad una capacità di ricezione del segnale estremamente potente. Il sistema, che si basa sull’azione di onde radio e campi magnetici, appunto, è adatto per ogni esigenza di ricerca e di diagnostica in qualsiasi distretto del corpo, in campo neurologico, angiografico, ortopedico (dalla colonna vertebrale fino ai segmenti articolari più complessi), ma anche urologico e senologico. 

Alla potenza del magnete si aggiunge un’importante evoluzione della componente software e dell’interfaccia, per una visione ottimale dell’immagine e una completa integrazione con il sistema di elaborazione dati, così da avere una scansione dettagliata e particolarmente nitida. Macchinario di ultima generazione anche sotto il profilo del design, la nuova risonanza magnetica è caratterizzata da un’elevata ergonomia del lettino e degli accessori per il paziente e da un maggiore comfort, anche per quei soggetti che provano disagio negli spazi chiusi, grazie ad una più intensa luminosità e alla sensazione di una maggiore apertura del sistema. Sensibilmente più attenuate, inoltre, risultano le vibrazioni e gli effetti acustici, così da essere indicata anche per pazienti con esigenze specifiche. L’apparecchiatura è concepita in ottica smart sotto il profilo dell’interazione con l’operatore e del monitoraggio delle prestazioni e vanta una componente digitale assai evoluta pensata per un moderno contesto sanitario, dove si favorisce la massima connessione tra i servizi e gli operatori. La nuova risonanza si aggiunge ad un’altra apparecchiatura specifica per gli esami articolari, e insieme a Radiologia convenzionale, TC, Cone Beam (utile anche per le applicazioni odontoiatriche) ed Ecotomografi (a tecnologia digitale) costituiscono una strumentazione completa, che fa del reparto di Ospedali Privati Forlì un punto di riferimento sul territorio per la diagnostica.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.