6 dicembre 2018 - Forlì, Cronaca

La polemica viaggia sulle luminarie, secondo Ragni (FI) si tratta di un "messaggio terzomondista"

L'albero di Natale di piazza Saffi arriva dalle Foreste casentinesi

Gli addobbi natalizi forlivesi quest'anno hanno visto lo spostamento del tradizionale mercatino da piazzetta della Misura a Piazza Saffi. Ed è proprio sul nuovo allestimento di piazzetta della Misura, dove è situato un globo terrestre luminoso, che punta il dito il capogruppo comunale e neocoordinatore comunale di Forza Italia Fabrizio Ragni.

“Quest'anno il tradizionale Albero di Natale è stato sistemato al Mercato coperto in Piazza Cavour, in posizione defilata, ben mimetizzato e oscurato da addobbi giganti, a partire dalla renna con slitta che svetta, ben visibile da via delle Torri, dove a pochi metri è stato collocato un maxi babbo Natale. Di natività nemmeno l’ombra e, soprattutto, la giunta del sindaco Drei quest’anno ha tenuto a lanciare un altro messaggio. Un messaggio terzomondista  e panafricano ben rappresentato dal mappamondo sistemato in piazzetta della Misura dove spicca, sproporzionato, il continente africano più di ogni altro Paese, con l’Italia stilizzata con un sottile istmo privo delle due isole: Sardegna e Sicilia. Più che una dimenticanza, una gaffe, una vera e propria caduta di stile per gli italiani originari delle due regioni che vivono a Forlì”.

“Se l’idea di rivitalizzare piazze e piazzette, strade e corsi principali del centro storico con addobbi e luminarie, spostando anche il mercatino nell’anello di piazza Saffi, è condivisibile, non può esserlo l’approccio: poco attento al significato intrinseco della ricorrenza e piegato all’ispirazione ideologica di sinistra globalista e africanista. Quel mappamondo con un’Italia stilizzata grida vendetta."

“Mentre le città più grandi dell’Emilia-Romagna, per prima Bologna, hanno sistemato già da 10 giorni splendidi alberi di Natale nelle loro piazze più belle, a Forlì la tradizione si farà attendere. E poteva essere concertata meglio, e anche sostenuta in ogni modo possibile aiutando i volontari degli amici del presepe, l’organizzazione di apertura della Rassegna dei presepi che sarà inaugurata soltanto il 15 dicembre, ad appena  10 giorni dal Natale. Da anni abbiamo chiesto al sindaco che venga installato un presepio in Municipio visitabile da turisti e cittadini, come avviene a Bologna, nel Cortile d’onore di Palazzo d’Accursio, ma la richiesta è stata ignorata. Ravvisiamo mancanza di senso religioso. Prevale in questa giunta comunale del Pd un approccio ideologico diciamo così: “immigrazionista” che mortifica , piuttosto che esaltare, le nostre radici cristiane, le nostre tradizioni, la nostra cultura e persino la nostra geografia."

L'assessore al centro storico Marco Ravaiol ha però confermato che il tradizionale albero di Natale arriverà anche in piazza Saffi: si tratta di un albero proveniente dal Parco nazionale delle Foreste Casentinesi e fa parte di un programma di abbattimenti.

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.