3 dicembre 2018 - Forlì, Cronaca

All’Università di Cambridge si parla del Progetto Predappio

Marcello Flores tra i relatori del workshop internazionale di lunedì 3 dicembre

PREDAPPIO (FC) – “Heritage in the making: gestire la cultura materiale di Fascismo e Nazismo”: è il titolo del workshop che lunedì 3 dicembre si tiene al Dipartimento di Archeologia dell’Università di Cambridge. Nato dal progetto di Dottorato di Flaminia Bartolini sul Patrimonio Fascista nell’Italia Contemporanea presso il Cambridge Heritage Research Centre, è finanziato dal Dipartimento di Archeologia e dal nuovo hub di ricerca DAAD for German Studies.

Il workshop è il secondo di una serie sul Patrimonio e le Dittature organizzati da Flaminia Bartolini, e riunirà un gruppo di esperti del patrimonio internazionale e professionisti provenienti da Germania e Italia, insieme per fare il punto sulle complessità di trattare il patrimonio del Fascismo e del Nazional Socialismo. L’obiettivo è di esaminare le mutevoli condizioni dell'assimilazione del patrimonio dei regimi dittatoriali, e il loro destino della seconda guerra mondiale fino ai giorni nostri.

Per la parte italiana, partecipano al workshop Patrick Leech per il Progetto ATRIUM, Andrea Di Michele per il caso di Bolzano, Marcello Flores per il “Progetto Predappio”, Davide Brugnatti and Giuseppe Muroni per Tresigallo, Mareno Settimo per Torviscosa, Francesca Schintu per la Fondazione Fossoli. Per i casi studio sul Nazismo parteciperanno Gilly Carr per le Channel Islands, Alexander Smidth per Norimberga, Felix Hafner per Braunau am Inn, Dagmar Zadrazilova per Berlino. I lavori del workshop verranno pubblicati all’interno della serie Conversations del McDonald Institute, presso l’Università di Cambridge.

Tag: predappio

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.