19 novembre 2018 - Forlì, Cronaca

Lo Stelloncino - Gli aumenti della Tari: l'assessore Bellini e la vista lunga

Secondo gli esperti dipende dal decreto Sblocca Italia

Dall’inizio del prossimo anno il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti sarà svolto da Alea ambiente. Così nelle nostre case i nuovi policromi contenitori si sommano, temporaneamente, a quelli forniti da Hera. C’è da augurarsi che la più volte annunciata riduzione delle bollette della tassa dei rifiuti, cambiando il gestore del servizio, si realizzi anche se alcuni dubbi permangono. Nei comuni ove più si differenziano i rifiuti la Tari infatti aumenta.

A Lesmo, piccolo comune ai margini della Villa Reale di Monza, i cittadini si sono dati da fare e lo scorso anno sono riusciti a differenziare il 92% dei rifiuti ma quest’anno subiranno un aumento del 5,6 %. In Lombardia la percentuale di raccolta differenziata supera il 68 % ma la Tari aumenta non solo a Lesmo ma anche a Monza, Lodi, Desenzano sul Garda, Lazzate,Treviglio, Lecco ecc.

Secondo gli esperti “Tutto dipende dall’articolo 35 del decreto Sblocca Italia approvato nel 2014 dal Governo Renzi, con Galletti ministro dell’Ambiente, che impone alle regioni con più inceneritori di smaltire i rifiuti provenienti da territori carenti di impianti e in perenne emergenza”; la Lombardia dispone di 13 inceneritori, l’Emilia Romagna di 8 e la Toscana di 5, mentre la Campania ne ha solo 1 e il Lazio 2.

 

Scrive Milena Gabanelli: “Senza lo sblocca Italia le regioni del Sud non avrebbero potuto esportare liberamente i rifiuti nelle altre regioni. Il che ha comportato un aumento del prezzo di conferimento negli impianti del Nord. Ed è un fatto che tale aumento si scarichi sulle bollette, come la legge prevede.”

A futura memoria vale forse la pena di ricordare un passo della lettera di dimissione dell’assessore comunale all’ambiente Bellini “Oggi l'inceneritore di Forlì è stato classificato come impianto di recupero energetico (R1) ex art. 35 "Sblocca Italia", con parere contrario del Consiglio Provinciale, Sindaci e Amministrazione Comunale. Tale modifica prefigura la possibilità di aumentare la portata dell'impianto, trattare rifiuti speciali, e urbani extra-provinciali. Avevo un mandato preciso da parte dei cittadini forlivesi, mandato che ora non sono sicuro di poter rispettare”.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.