12 novembre 2018 - Forlì, Sport

Palalcanedstro: Unieuro Forlì torna a vincere contro il Piacenza

vvvvvvvv

Davanti a 3.855 spettatori Forlì torna a vincere con una prova magistrale. Valli aveva chiesto difesa e difesa è stata, con Piacenza costretta all'angolo dall'aggressività e dalla clamorosa attenzione dei biancorossi. Poi, certo, l'attacco fatto il resto incendiando un'Unieuro Arena con giocate spettacolari e una circolazione di palla tornata su livelli da top team. 

L'inizio di Forlì è contratto, come se i biancorossi subissero ancora le scorie psicologiche del derby di Ravenna. Castelli e Green firmano il primo 0-4 ma è Lawson sbloccare la squadra con la sua prima tripla. Bisserà poco dopo: Forlì ha la meglio nel pitturato e Johnson firma il + 5 (11-6 dopo 4'). Il secondo fallo di Lawson a metà del primo quarto convince Valli a mandare subito in campo Donzelli, che dopo un mese di assenza torna protagonista tra gli applausi scroscianti dell'Unieuro Arena. L'impatto sulla partita di Daniel è ottimo: Forlì tocca varie volte il +7, la prima con un arresto e tiro di Giachetti, e va al primo riposo in vantaggio.

Giachetti dimostra di aver definitivamente archiviato Ravenna e firma tutti i primi 6 punti di Forlì del secondo quarto. A 2'50 la tripla di Marini vale il +8 (28-20), poi ne mette 5 in fila confermando che Forlì ha ritrovato il bandolo. La difesa è attenta e in attacco la palla gira - ottima anche la prova di capitan Bonacini - mettendo a ferro e fuoco la difesa piacentina. Il finale di quarto è da urlo: a 50" tripla di Melvin per il + 9, seguono tripla di De Laurentiis, ormai ufficialmente beniamino dell'Unieuro Arena, palla rubata e appoggio di Bonacini e, dulcis in fundo, canestro dai 12 metri sulla sirena ancora di Johnson. Il +17 del riposo fotografa un match dominato da Forlì. 

Il terzo quarto comincia come era terminato il secondo, con Forlì padrona del match sui due lati del campo e gli americani a regalare spettacolo, mentre Marini inventa giocate fantasiose e costruisce gioco per tutti: la tripla di Lawson vale il +18, quella di Johnson il +21 a 7'42. Una strepitosa circolazione a metà tempo offre a Bonacini il canestro del +22 (57-35). Piacenza barcolla e Forlì continua a macinare spettacolo. 

Nell'ultimo parziale Forlì respinge al mittente gli estemporanei tentativi di rimonta di una Bakery annichilita, tenendo fisso il vantaggio oltre i 20 punti e arrotondando lo score offensivo (da segnalare l'illuminatissima regia di Giachetti e anche un'acrobatica "rovesciata" di Marini) che alla fine vede quattro giocatori in doppia cifra. Forlì è già tornata. 

 

Unieuro Forlì - Bakery Piacenza 90-66 (15-10, 43-26, 65-46)

UNIEURO FORLÌ: Tremolada 3, Giachetti 8, Marini 15, Donzelli 2, Bonacini 11, Dilas 4, Piazza, Fabiani, Oxilia 2, Lawson 21, De Laurentiis 3, Johnson 21. All. Valli. 

BAKERY PIACENZA: Castelli 11, Orlandi ne, Green 11, Perego 4, Cassar 9, Guerra 4, Pederzini ne, Crosariol 16, Pastore 5, Voskuil 6, Buffo. All. Coppeta. 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.