2 novembre 2018 - Forlì, Cronaca

Fermato per un controllo, 46enne si scaglia contro la Polizia la notte di Halloween

Si rifiuta di fornire le generalità e aggredisce gli agenti

Forlì - Un cittadino italiano di origine ivoriana di 46 anni è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Forlì per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni aggravate e rifiuto di indicazioni sulla sua identità personale all’esito di un intervento effettuato la notte scorsa dalle volanti della Polizia di Stato. L’intervento è stato effettuato alle 4 mercoledì a seguito di un piccolo principio di incendio causato dalla mano di qualche sprovveduto che festeggiando la ricorrenza di Hallowen ha ben pensato di inserire e fare esplodere un petardo nella cassetta della lettere di una palazzina del centro.

 

La dinamica

 

Sul posto, oltre alle volanti, anche i Vigili del Fuoco che hanno immediatamente assicurato che il gesto non provocasse danni maggiori, limitandoli così allo spavento ed al fumo acre che si era diffuso negli androni condominiali. Pur essendo rimasta ignota l’identità dell’autore del gesto, gli agenti hanno richiesto ai presenti – in particolare all’autore della richiesta di intervento – di declinare le proprie generalità, anche per documentare l’identità della parte offesa. Costui, inaspettatamente, probabilmente in preda ai fumi dell’alcool, lamentando che la richiesta fosse illegittima e presentandosi come colui che aveva “salvato le vite di tutti residenti” si è rifiutato di dare documenti e dichiarare nome e cognome, dilungandosi per parecchi minuti in una discussione con gli operatori i quali, a quel punto, si sono trovati costretti a intimargli di seguirli in Questura per l’identificazione, anche in ragione del fatto che non poteva certo escludersi che questo suo rifiuto potesse essere finalizzato a  eludere possibili pendenze per altri fatti. A questo punto l’uomo ha cercato di sfuggire al controllo e a fatica è stato raggiunto e costretto a salire dentro l’auto della Polizia. In questo frangente ha anche colpito al volto un agente, che ha riportato lievi conseguenze. Il suo comportamento è continuato anche in ufficio, fino a che si è giunti alla sua identità attraverso altri accertamenti e fino a quando, finalmente smaltita la sbornia, si è riusciti a rilevare le sue impronte, accertando l’assenza di pendenze.

 

La denuncia

 

L’uomo, incensurato, operaio, è stato quindi segnalato alla magistratura per i reati di violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni aggravate e rifiuto di indicazioni sulla sua identità personale.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.