23 ottobre 2018 - Forlì, Cesena, Cronaca

Come fare per smettere di litigare - La mediazione puntata 2

Il legame affettivo alla base di una relazione stabile è un concetto recente

Nella puntata precedente abbiamo parlato dell'origine della mediazione; ora cerchiamo di capire come si è evoluto il concetto di coppia negli ultimi anni.

Il maggior numero di coppie è formato da coniugati o conviventi uniti da una serie di specifiche qualità della relazione a partire dal legame affettivo e sessuale. Il legame affettivo consacrato poi a relazione stabile è una acquisizione recente delle società moderne.

In epoca preindustriale il matrimonio era imposto principalmente da motivi di tipo economico, tutelanti per mantenere lo stato sociale delle famiglie d’origine, garantendone stabilità nel tempo. In questa accezione si può allora comprendere come allora il divorzio negli strati sociali più poveri abbia avuto un’incidenza molto bassa, specie quando la vita della famiglia era condizionata dal lavoro di entrambi i membri della coppia. In quel periodo storico, il matrimonio basato solo sul vincolo amoroso rappresentava un pericolo, in quanto i sentimenti da soli potevano rappresentare un elemento di grande instabilità.

Lo stimolo a costituirsi come coppia è connesso a due istanze fondamentali: una individuale, legata ai bisogni e alle attese soggettive, specie di ordine emotivo; l'altra, sociale che spesso precede il legame affettivo stesso. Levinson sostiene che da sempre nelle varie culture, la ritualità del matrimonio e della promessa che lo sottende, presuppongono un grande significato di sicurezza e stabilità.

 

Numerose ricerche riguardanti le ragioni per cui una persona adulta si sposa sembrano sostenere che il matrimonio, nell’immaginario comune rappresenti il rito di passaggio all'età adulta.

Tutto ha inizio con l'incontro; è da questo momento che inizia la fase dell’innamoramento dell’ altro. Nell’innamoramento l’ oggetto amato esiste realmente, anche se verrà più o meno idealizzato ( questo dipende dal vissuto di ciascuno), trasfigurato rispetto alla sua oggettiva natura. Qualche studioso lo definisce una sorta di stato nascente, estatico. Nella lingua inglese questa situazione viene definita "to fall in love". Queste intense emozioni, tipiche del periodo del corteggiamento e del fidanzamento, sono centrate su moti dell’animo che non hanno bisogno di essere definiti, anzi riescono ad essere vissute come esperienze esaltanti e assolute, specie se ad esserne coinvolti sono giovani in età adolescenziale.

Lewis Thomas afferma: “Le cose viventi hanno la tendenza a riunirsi, a stabilire legami, a vivere le une all’interno delle altre, a ritornare a organizzazioni precedenti, ad andare d’ accordo quando questo è possibile. Così funziona il mondo”.

Non è forse lo stesso concetto che Antoine De Saint-Exupèry esprime per voce narrante della volpe e del principe?

- Che cosa vuol dire addomesticare?

- E’ una cosa da molti dimenticata... vuol dire creare legami... io non sono per te che una volpe uguale a centomila volpi. Ma se tu mi addomestichi noi avremo bisogno l’uno dell’ altro. Tu sarai per me unico al mondo, e io sarò per te unica al mondo.

- Comincio a capire, disse il piccolo principe.

 

E come mai, negli ultimi anni, le coppie che si erano addomesticate finiscono sempre più spesso per litigare furiosamente?  Per poi comparire davanti a un giudice nella speranza che sia una persona esterna a mettere fine a un conflitto che ha ormai trascinato con sé anche il destino dei figli? Sarà l'argomento della prossima puntata. 

Vanna Brocculi

Mediatrice familiare e coach

https://www.linkedin.com/in/vanna-brocculi-73740a110/

cell. 348 4762424

Puntate precedenti:

n. 1: Mediazione, alla scoperta di una materia ancora poco nota in Italia per la gestione del conflitto

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.