23 agosto 2018 - Forlì, Cronaca

Padre e figlio "portoghesi" abituali denunciati per interruzione di pubblico servizio

Si sono rifiutati di fornire le proprie generalità fino all'arrivo della Polizia

ROCCA SAN CASCIANO - La Polizia di Stato, in particolare l’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Forlì-Cesena, ha proceduto nei confronti di due persone, padre (50enne) e figlio (14enne), residenti a Rocca San Casciano, contestando i reati di rifiuto di fornire le generalità a P.U. e interruzione di pubblico servizio.

 

LA VICENDA

La vicenda si è sviluppata lo scorso lunedì mattina, in occasione dell’intervento degli incaricati della START Romagna nei confronti dei due soggetti, segnalati per l’abitudine di viaggiare “a scrocco”, senza titolo o con titoli di viaggio che non coprivano l’intera tratta.

Al momento della verifica l’adulto era in possesso di regolare biglietto, ma non altrettanto il ragazzo; gli accertatori hanno quindi richiesto un documento e comunque le generalità per procedere alla verbalizzazione dell’illecito amministrativo, ottenendo un secco rifiuto.

Nel frattempo dal veicolo erano scesi tutti i passeggeri poiché l’autista doveva condurre il mezzo al rimessaggio di via Balzella per un cambio bus già programmato. I due, diversamente dagli altri presenti, si sono anche rifiutati di scendere fino al punto che gli addetti a START hanno dovuto necessariamente chiamare la Polizia per non sospendere il servizio pubblico.

 

QUANDO ARRIVANO GLI AGENTI

All’arrivo degli agenti di polizia hanno però cambiato subito atteggiamento, fornendo senza discutere i documenti identificativi, che poi sono serviti ai controllori per “staccare” un verbale a carico del ragazzo, in relazione alla mancanza di valido titolo di viaggio.

Dal canto loro, i poliziotti hanno verbalizzato l’accaduto notificando una denuncia per il rifiuto di fornire le generalità avvenuto nei confronti degli addetti al controllo (che nell’esercizio delle funzioni rivestono la qualifica di Pubblici Ufficiali) e interruzione di pubblico servizio in relazione al ritardo procurato con questo comportamento.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.