24 febbraio 2018 - Forlì, Economia & Lavoro, Politica

Elezioni, i candidati incontrano Confartigianato

Presentate le richieste per sostenere la piccola e micro impresa a Jacopo Morrone

In occasione delle prossime elezioni politiche Confartigianato di Forlì ha inviato alle forze politiche impegnate nella campagna elettorale un documento contenente le cinque priorità per l’artigianato e la micro e piccola impresa.

Obiettivo del documento è sensibilizzare i futuri rappresentanti sul ruolo determinante dei piccoli imprenditori, che senza mai salire gli onori delle cronache, di fatto, rappresentano il 99,4% del tessuto produttivo e danno lavoro al 65,3% degli occupati. A seguito del documento, alcuni candidati hanno chiesto un incontro con i vertici dell’Associazione, venerdì 23 febbraio è stato protagonista Jacopo Morrone in corsa alla Camera per la Lega Nord. I funzionari e i dirigenti dell’Associazione hanno sollevato alcuni dei punti del documento i cui cinque temi attengono alla quotidianità delle aziende: la riduzione della pressione fiscale e la semplificazione del sistema tributario; favorire l’accesso al credito; sostenere la crescita e la competitività; proseguire e migliorare gli interventi per il lavoro e la formazione; costruire un percorso di successo per Impresa 4.0 e l’utilizzo del digitale. Come ribadito dal segretario Roberto Faggiotto sono proposte di buon senso e rispettose di coloro che non vivono il lavoro unicamente per far soldi, ma come strumento per costruire qualcosa per sé e per gli altri. “Viviamo una ripresa ancora fragile, caratterizzata da una enorme difficoltà per le aziende di avere accesso al credito, eppure gli imprenditori hanno voglia di innovare, come dimostra la risposta massiccia ai voucher digitalizzazione, per l’ammodernamento tecnologico. Le numerose domande, presentate tramite l’ufficio credito di Confartigianato Forlì, dimostrano la dinamicità dell’imprenditoria il desiderio di investire, di crescere, di rinnovarsi, cogliendo le opportunità offerte dalla tecnologia. Chi fa impresa è pronto, non altrettanto la politica, visto che questo provvedimento è stato atteso per ben cinque anni. Dall’emanazione del decreto “Destinazione Italia” nel 2013, la copertura economica è stata deliberata soltanto la scorsa estate. Tempi inaccettabili per chi, quotidianamente, deve competere in un mercato sempre più agguerrito.” Le micro, piccole e medie imprese rappresentano sì la parte preponderante delle imprese del Paese ma sono le destinatarie di leggi in deroga, come se le leggi ordinarie venissero fatte per una sparuta minoranza. È necessario un cambio di prospettiva. Il candidato Morrone ha confermato l’attenzione ai tempi della microimpresa e dell’artigianato, una vicinanza che nasce in primis dall’esperienza professionale, svolta in questi anni proprio a Forlì, assicurando la volontà di continuare il dialogo con chi rappresenta l’impresa anche dopo le elezioni.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.