12 febbraio 2018 - Forlì, Economia & Lavoro

Sette imprese su 100 tra Forlì-Cesena e Rimini è guidata da giovani under 35

Il settore del commercio conta il numero più alto di imprenditori giovanili

Al 31 dicembre 2017 nel sistema aggregato Romagna (Forlì-Cesena e Rimini) si contano 5.130 imprese giovanili attive che costituiscono il 7,2% del totale delle imprese attive (7,7% in regione e 10,1% a livello nazionale); questo è quanto emerge dai dati diffusi da Unioncamere – Infocamere, elaborati dall’ufficio Studi della Camera di commercio della Romagna.

 

Nel confronto con il 31 dicembre 2016, si riscontra un decremento delle imprese giovanili del
-5,1%, superiore alla variazione negativa sia regionale (-4,8%) che nazionale (-2,9%).

Tra i principali settori economici quello del Commercio conta il numero più alto di imprenditori giovanili, con 1.517 imprese (pari all’8,8% della totalità delle imprese del settore), anche se registra un sensibile calo annuo del 9,5%; in diminuzione anche le imprese giovanili delle Costruzioni dell’11,3%, che conta 918 imprese (secondo settore per numerosità, incidenza sul totale delle imprese del settore pari all’8,7%), degli Alberghi e ristoranti dell’1,9% (terzo settore con 726 imprese, incidenza del 9,7%) e dell’Ind. Manifatturiera del 5,8% (293 imprese, incidenza del 4,7%).

Ci sono comunque settori, tra i principali, che registrano un incremento rispetto al 2016; quello che è maggiormente cresciuto è Noleggio, agenzie di viaggio e servizi alle imprese, con un bel +16,0% e con un numero di imprese giovanili pari a 210 unità (incidenza sul totale delle imprese del settore pari al 10,8%). A seguire: Agricoltura, con un confortante +8,0% e 296 imprese (pari al 3,2% della totalità delle imprese del settore), Attività immobiliari, +2,3% e 131 imprese (incidenza del 2,4%) e Attività finanziarie e assicurative, con un +1,2% e 168 imprese (incidenza del 12,1%).

Stabili invece i cosiddetti Servizi alla persona (Altre attività di servizi), con 336 imprese giovanili (incidenza sul totale delle imprese del settore pari al 10,3%) e i Servizi di informazione e comunicazione (124 imprese, incidenza del settore pari al 9,4%).

Riguardo alla natura giuridica, la maggior parte delle imprese giovanili sono imprese individuali (3.931 unità, 76,6% del totale delle imprese giovanili), alle quali seguono, con una certa distanza, le società di capitale (645 unità, 12,6%) e le società di persone (495 unità, 9,6%); le imprese individuali sono anche quelle con la maggiore incidenza percentuale sul totale delle imprese attive (9,8%). In termini di variazione annua, è da evidenziare la crescita delle società di capitale (+1,6%), che permette di avere imprese più strutturate sul territorio, a cui si contrappone la diminuzione sia delle imprese individuali (-5,6%) che delle società di persone (-9,3%).

 

Le Imprese Giovanili: focus provinciale Forlì-Cesena

Nella provincia di Forlì-Cesena, al 31 dicembre 2017 si contano 2.491 imprese giovanili attive (6,7% del totale delle imprese attive); nel confronto con il 31 dicembre 2016, se ne riscontra una diminuzione (-6,6%), superiore alla variazione negativa sia regionale (-4,8%) che nazionale
(-2,9%).

I principali settori economici risultano il Commercio (690 imprese giovanili, 27,7% sul totale delle imprese giovanili), le Costruzioni (463, 18,6%), gli Alberghi e ristoranti (291, 11,7%), l’Agricoltura (211, 8,5%), le Altre attività di servizi (180, 7,2%) e l’Ind. Manifatturiera (162, 6,5%); di questi, il settore con la più alta incidenza percentuale delle imprese giovanili (sul totale delle imprese attive) è quello relativo agli Alberghi e ristoranti (10,5%), mentre, con riferimento a tutti i settori, al Noleggio, ag. viaggio e servizi alle imprese (10,6%).

Rispetto al 31/12/16, calano le imprese giovanili del Commercio (-13,5%), delle Costruzioni
(-15,0%), delle Altre attività di servizi (-1,1%) e del Manifatturiero (-8,0%); crescono invece quelle dei settori Alberghi e ristoranti (+2,1%), Agricoltura (+9,3%), Noleggio, ag. viaggio e servizi alle imprese (+9,3%), Attività professionali, scientifiche e tecniche (+5,3%) e, soprattutto, Servizi di informazione e comunicazione (+11,1%).

Riguardo alla natura giuridica delle imprese giovanili, prevalgono nettamente le imprese individuali (1.937 unità, 77,8% del totale delle imprese giovanili), in diminuzione del 7,3%, seguite dalle società di capitale (294 unità, 11,8%), in crescita dello 0,3%, e dalle società di persone (233 unità, 9,4%), in calo dell’8,3%; le imprese individuali sono anche quelle con la maggiore incidenza percentuale sul totale delle imprese attive (8,9%). Da rimarcare l’incremento, seppur lieve, delle società di capitale, che permette di avere imprese maggiormente strutturate sul territorio.

 

Fonte: Infocamere Movimprese-Stock View

Elaborazione: Camera di Commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini

Il fascicolo completo è disponibili nel sito della Camera della Romagna, nella sezione Informazione Economica al seguente indirizzo:

http://www.romagna.camcom.gov.it/informazione_economico_statistica/

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.