11 dicembre 2017 - Forlì

Chiudere le sedi dei movimenti filofascisti

Dopo i fatti di piazzetta della Misura c'è chi chiede lo scioglimento di Forza Nuova

FORLI' -  Chiudiamo le sedi fasciste: una settantina di persone ieri con uno striscione che invitava alla chiusura delle sedi di estrema destra, si è riunita ieri in una piazza Saffi piuttosto gremita in occasione dei mercati ambulanti straordinari del periodo natalizio. Il presidio, che si è protratto per un paio d’ore, è l’ultimo evento in ordine temporale (anche se per onor di cronaca se ne terrà un’altro organizzato dai sindacati e a cui aderiranno molte associazioni del territorio) tenutosi nel centro della città per prendere le distanze dagli episodi avvenuti venerdì in piazzetta della Misura.

 

Forza Nuova dal canto suo, con una conferenza stampa dalla sede di RImini e rilanciata in diretta streaming annuncia l’intenzione di voler presentare un esposto per quanto accaduto.

"I militanti erano lì per rilanciare la giornata nazionale del reddito delle madri, una proposta di legge incentrata sulla donna e sulla difesa della famiglia che prevede un reddito mensile a seconda dei figli per ogni donna che decida di rimanere a casa. Stavano raccogliendo le firme  a sostegno della proposta e dando spiegazioni, quando sono stati accerchiati provocatoriamente."

Mirco Ottaviani e Desideria Raggi dell’associazione Evita Peron hanno negato di aver picchiato tanto meno bastonato qualcuno. “Erano bandiere arrotolate”, spiegano e colgono l’occasione per ringraziare della solidarietà Francesco Minutillo che ha pubblicamente attaccato il centrosinistra. “Al ridicolo coordinamento provinciale contro il fascismo organizzeremo il coordinamento provinciale per la democrazia e la libertà di pensiero” ha dichiarato l’avvocato con tanto di bandiera della Repubblica di Salò.

 

Come anticipato, anche oggi si terrà una nuova manifestazione contro il fascismo, ma in questo evento c’è qualcosa di più, qualcosa che va oltre la denuncia e la presa di distanze dagli episodi di violenza che hanno macchiato il centro storico di Forlì. Alle 18 sindacati, associazioni e liberi cittadini sono chiamati a scendere in strada per manifestare contro il fenomeno dell’estremismo. L’endorsement arriva dal Coordinamento Democrazia Costituzionale dell’Emilia Romagna che chiede a gran voce la messa fuori legge e lo scioglimento di Forza Nuova, considerati “incompatibili con la nostra Costituzione”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.