13 novembre 2017 - Forlì, Società

Lo Stelloncino - Ecco l'uso del clacson e la brusca frenata

Tra educazione e conoscenza della segnaletica orizzontale

FORLI' - In una città a misura d'uomo come Forlì, l'uso della bicicletta è quantomai opportuno: fa bene all'ambiente e combatte la sedentarietà. Il ciclista che da Viale dell'Appennino debba recarsi in Piazzale Porta Ravaldino percorre la ciclabile il cui breve tratto finale, sino al semaforo non è protetto da cordolo; la pista è infatti delimitata dalla sola segnaletica orizzontale.

 

L'automobilista, che da Viale dell'Appennino debba svoltare a destra, in Via Giovanni dalle Bande Nere rispettando la segnaletica concede la precedenza e non arrota il coraggioso ciclista... Perché coraggioso? È presto detto: per rientrare deve compiere il percorso inverso! Al semaforo attraversa Via Giovanni dalle Bande Nere e imbocca la pista ciclabile memore della precedenza ottenuta all'andata mentre l'automobilista che da Viale dell'Appennino debba svoltare a destra non se ne dà per inteso quasi presumesse essere investito da un imprudente scapicollato ciclista.

 

Ecco allora l'uso del clacson, la brusca frenata, i gestacci o le male parole all'indirizzo del malcapitato ciclista. A volte si assiste a curiose scenette: il pilota ha frenato e suonato il clacson; il passeggero, signora con la borsa in grembo sentenzia: “Deve scendere dalla bicicletta e attraversare a piedi!”. Nella situazione descritta è capitato che il ciclista, evitato l'investimento e finalmente protetto dal provvido cordolo, sia stato apostrofato da un saccente: “Siccome lei è anziano le spiego come deve comportarsi”. Un dubbio: avrà capito la risposta?: “Lei sarà anche giovane, ma non può spiegare un bel nulla: non conosce la segnaletica orizzontale...”.

 

Tomaso Tomai

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.