9 ottobre 2017 - Forlì, Cultura, Società

La facoltà di Medicina arriva in Romagna

Marco Di Maio (Pd): "Risultato importante per il decentramento, ma ora aprirsi anche ad altri atenei"

In arrivo importanti novità per la sanità e l’università in Romagna. A breve, infatti, partirà l’iter per portare anche sul territorio romagnolo la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna. “Questo progetto, frutto del lavoro congiunto dei sindaci di Cesena, Rimini, Ravenna e Forlì, assieme alla Regione e a Unibo, è di indubbio prestigio e impreziosisce la nostra sanità - afferma il deputato Pd Marco Di Maio -; mi auguro che rappresenti l’avvio di un’apertura alla collaborazione con il mondo accademico che sarebbe sbagliato limitare alla sola Alma Mater. L’obiettivo che dobbiamo porci è quello di cercare le migliori professionalità indipendentemente dall’ateneo e dal territorio di provenienza, fermo restando il legame indissolubile e privilegiato tra la Romagna e l'Alma Mater”. 

“Del resto la situazione attuale già dimostra che le competenza e la conoscenza in ambito medico-scientifico come ovvio non hanno confini - aggiunge Marco Di Maio -. I professionisti dell’Ausl Romagna che sono anche docenti universitari, svolgono funzione di docente in gran parte presso università diverse da Bologna, a dimostrazione della qualità dell’offerta sanitaria che la nostra sanità è in grado di assicurare ai cittadini. Promuovere una proficua collaborazione con l’Alma Mater è il doveroso punto di partenza, ma aprirsi a tutti gli atenei è un obiettivo da perseguire nell’interesse dei cittadini/pazienti e della possibilità di attrarre e mantenere sul nostro territorio le professionalità migliori”.

In ogni caso, prosegue il parlamentare, questo progetto “va ad arricchire ulteriormente l’offerta universitaria del nostro territorio, che comprende ad oggi 4 Campus, di cui quello di Forlì in fase di ultimazione dopo lo stanziamento degli ultimi fondi da parte del governo e del Comune”.

“La decisione di portare anche in Romagna la facoltà di Medicina e Chirurgia – conclude il deputato romagnolo – è un risultato importante che conferma ancora una volta la riuscita del progetto di decentramento universitario che ha coinvolto il nostro territorio. In questo modo – ha aggiunto Di Maio – oltre a rendere ancora più ricca l’offerta universitaria dei Campus della Romagna, viene riconosciuta anche l’eccellenza del nostro sistema sanitario, investendo sulla formazione del personale medico del domani e facendo della Romagna un polo attrattivo a livello nazionale”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.