9 ottobre 2017 - Forlì, Sport

Pallacanestro: Unieuro si arrende al Trieste

I ragazzi di coach Valli si arrendono alla stanchezza nell'ultimo minuto

Una prova eccellente di Forlì non vale due punti perché all’Alma Arena i biancorossi hanno davanti Trieste. E quando il cronometro comincia a correre la squadra di Dalmasson fa valere il proprio cinismo. Forlì però esce a testa altissima da una delle trasferte più difficili della stagione: senza due uomini da quintetto – Fallucca e a sorpresa anche Naimy, influenzato – i ragazzi di Valli restano a contatto con Trieste fino all’ultimo quarto, la sorpassano e devono arrendersi solo alla stanchezza nell'ultimo minuto.  

 

L’Unieuro parte con freno a mano tirato tanto che i primi 2 punti li mette a referto Castelli quando sono passati più di 4 minuti. L’ingresso di Bowers scalda i tremila abbonati di casa ma non cambia un match nel quale hanno spesso la meglio le difese. Il piano di Valli funziona: Forlì prende rimbalzi, è coraggiosa, ruota tutti gli effettivi compresi Campori e Thiam e accetta il confronto fisico con avversari più piazzati. Dopo essere arrivata a -1 (Severini dopo due rimbalzi offensivi, minuto 16.10) la squadra romagnola va al riposo sul 34-28. Nel terzo quarto la battaglia si fa serrata: Castelli alza il proprio livello e insieme a Bonacini trascina i compagni al 44 pari (26’), poi al 46 pari e infine al sorpasso (49-50 a 1.20 dall’ultima pausa). Il quarto periodo si apre con Trieste in oggettiva difficoltà: la squadra di Dalmasson resta inchiodata a quota 54 per quasi 5 minuti così Forlì può decollare fino al +3 firmato Jackson: 54-57 a 6.38 dalla fine. L’impresa sembra davvero alla portata non fosse che poco dopo avviene la sliding doors del match: su una penetrazione di Bowers gli arbitri fischiano fallo a Dane DiLiegro, che protesta e viene punito con fallo più tecnico, quinto fallo, che costano 4 punti. Senza Naimy, Fallucca e anche il gigante italo-americano l’Unieuro prima arranca (62-57), poi con l’ultimo colpo di reni impatta sul 64 pari a 3.39 dalla sirena, infine si arrende al parziale di 5-0 firmato Fernandez e Green.

 

Le statistiche parlano di una Forlì che nonostante le assenze ha retto pienamente l’urto con una corazzata come Trieste quanto a rimbalzi (34 pari) e palle perse (idem a 12). Domenica prossima all’Unieuro Arena contro Mantova sarà tutta un’altra storia. 

 

Pallacanestro Trieste – Unieuro Forlì 75-66 (16-10, 34-28, 54-50)

PALLACANESTRO TRIESTE 2004: Coronica 2, Fernandez 16, Green 23, Babich ne, Schina ne, Baldasso 3, Janelidze 6, Prandin 6, Da Ros ne, Bowers 7, Loschi 2, Cittadini 10. All. Dalmasson.

 

UNIEURO FORLI’: DiLiegro 10, Castelli 13, Falucca ne, Naimy ne, Campori, Jackson 15, Gellera, Bonacini 17, Severini 5, Thiam 4, De Laurentiis 2. All. Valli.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.