27 giugno 2017 - Forlì, Cronaca, Sanità

Stalla lager, Verdi: "Il sindaco non sollevi inutili polveroni"

In località Santa Croce si trova una mandria di 50 mucche in stato di abbandono

STALLA LAGER  : NON SOLLEVI IL SINDACO INUTILI POLVERONI E PENSI ALLE PROPRIE RESPONSABILITA’. 14 MUCCHE SONO MORTE DA QUANDO SI OCCUPA DEL CASO.

 

I Verdi di Forlì-Cesena controbattono al sindaco di San Piero in Bagno in merito alla questione delle mucche lasciate in stato di abbandono.

"I fatti che abbiamo messo in evidenza in questi giorni sono incontrovertibili: una intera mandria di mucche è stata lasciata in abbandono in mezzo ai propri escrementi, priva di nutrimento, tanto che ben 14 capi sono morti di fame e di stenti.

Il sindaco dice che conosce e segue la situazione da 2 anni. Benissimo ma come mai in questi 2 anni non ha cavato un ragno da un buco?

Perché ha lasciato che una persona, a quel che lui stesso dice, non in grado di provvedere alle mucche, fosse lasciata libera di fare tutto quello che voleva, mentre le mucche morivano ?

Dice che solo a marzo di quest’anno, grazie al suo intervento, i veterinari della ASL sono intervenuti e hanno presentato un esposto in Procura. 

Ma nei due anni precedenti, dall’aprile 2015, quando incurante del letame, con sprezzo del pericolo si è recato sul luogo, cosa ha mai fatto, visto che “era scattata alle autorità preposta la segnalazione della situazione critica dell’allevamento delle mucche da carne di Crocesanta”?

Per 2 anni la situazione è degenerata fino al punto che a marzo 2017 è apparsa tanto grave da indurre un magistrato a disporre il sequestro della mandria.  Perché è potuto succedere ? Dice che lui seguiva la situazione ma  di cosa si è occupato e preoccupato in quei 2 anni visto che come lui stesso dice diversi capi sono morti? Di malattia? secondo quello che ci risulta di fame e di abbandono e cioè di matrattamenti.

Cita il sindaco la riunione o conferenza dei servizi tenutasi 3 mesi fa e da noi già messa in evidenza nei precedenti comunicati, ma non dice essa si è conclusa con un nulla di fatto.

Afferma il sindaco che della cosa se ne sta occupando l’Asl: in che termini, con quali risorse? non ci risulta infatti che spetti ai veterinari pubblici gestire mandrie di mucche, e soprattutto che possano utilizzare soldi del Servizio Santario Nazionale per dare loro da mangiare.

Non è vero che le mucche sono al pascolo: solo alcune di esse sono state messe fuori dalla stalla all’interno della quale molte continuano a soffrire, a cominciare da  tutti i vitelloni. E ci risulta che in questi giorni molte siano state ricacciate proprio in quella stalla lager.

La questione quindi è più attuale che mai, altro che risolta!

Se invece di tentare una polemicuccia di basso profilo e di citare una sequela di norme e regolamenti dietro cui prova a nascondersi il sindaco avesse chiesto quali idee avevamo per risolvere la questione lo avremmo aiutato ad uscire da una situazione che forse non è solo imbarazzante ma con ogni probabilità anche omissiva."

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.