13 giugno 2017 - Forlì, Cesena, Sanità

Obbligo vaccini: il Tar non sospende la legge regionale dell'Emilia Romagna, avanti con l'anno scolastico

Decisione rinviata a ottobre, quando sarà chiaro l'esito del decreto Lorenzin

BOLOGNA - Slitta ancora la decisione del Tar dell'Emilia-Romagna sui ricorsi di una trentina di famiglie e del Codacons contro le norme regionali che dispongono l'obbligo della vaccinazione per la frequentazione di asili nido, decise con legge regionale del novembre 2016 che
introduceva l’obbligo vaccinale (antipolio, antidifterica, antitetanica e antiepatite B, così come da legge nazionale prima del decreto Lorenzin) per l’iscrizione agli asili nido e ai servizi educativi e ricreativi, pubblici e privati, per i bambini da 0 a 3 anni a partire dall’anno scolastico 2017/2018.

Il tribunale amministrativo, secondo quanto riferisce la Regione, ha rinviato al 17 ottobre il pronunciamento, senza sospendere la normativa impugnata.
Ad aprile i giudici avevano rinviato per ricevere dal ministero della Salute la relazione sulla divisione di competenze tra ministero stesso, Aifa, Istituto superiore di sanità e Regioni in ordine all'assenza in commercio del solo vaccino monodose antidifterico. Ma, spiega la Regione, "dopo la decisione del Governo di estendere l'obbligo vaccinale a livello nazionale, i quattro vaccini resi obbligatori dalla legge regionale sono tutti disponibili nella dose unica esavalente, che contiene anche pertosse e haemophilus influenzae di tipo B".

Naturalmente è soddisfatto l'assessore regionale alla Sanità, Sergio Venturi: "Noi andiamo avanti così come stabilito, con grande determinazione, nell'interesse dell'intera collettività regionale, e in particolare dei più piccoli, soprattutto dei più deboli: tutti loro e ogni singola persona ha diritto a vedere tutelata la propria salute".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.