15 aprile 2017 - Forlì, Società

Dovadola: completato l'adeguamento della toponomastica e dei numeri civici

Attribuiti i toponimi storici alle strade vicinali e consorziali

A Dovadola si sono conclusi i lavori per la messa a norma della numerazione civica e della toponomastica in tutto il territorio comunale, un intervento indispensabile per adeguarsi alle disposizioni di legge con particolare riferimento agli indirizzi ancora legati all'antica numerazione dei poderi che dovevano essere obbligatoriamente ricompresi nelle effettive aree di circolazione e dotati di un toponimo stradale univoco.

A tale proposito la circolare dell'Istituto Nazionale di Statistica del 2014 è molto puntuale e precisa ed è volta a far sì che questi aggiornamenti abbiano una ricaduta positiva su molti aspetti della vita dei residenti: dall'iscrizione all'anagrafe e allo stato civile, all'esatta iscrizioni nei ruoli di riscossione delle tasse, alla facilitazione dell'individuazione delle residenze da parte delle aziende che forniscono servizi come Hera, Enel, Poste. Per ottemperare alle disposizioni vigenti è stato necessario eseguire, in via preliminare, un censimento di tutte le unità immobiliari del paese per individuare i numeri civici mancanti, o rotti, e le strade prive di una corretta denominazione. "Alle vie di uso pubblico della rete stradale "minore", quella consorziale e vicinale, informa il sindaco Gabriele Zelli, sono stati attribuiti i toponimi storici da sempre in uso e che nella conoscenza popolare individuano un luogo ben preciso. Si è messa in risalto in questo modo una parte di storia del territorio dovadolese. Non poteva essere diversamente perché le nuove intitolazioni rievocano i nomi dei vecchi poderi, di eventuali attività che in alcuni luoghi vi si svolgevano in passato, oppure la presenza di antichi luoghi di culto. Queste sono le nuove intitolazioni: Burrone, Fornaci Vecchie, Badignano, Marzano, San Ruffillo, Pittarola, Monte Aguto, Meleto, San Martino in Avello, Valle, Villa Renosa, Greppi, Casaccie, Pallareto, Montepaolo, del Giallo, Casella, Vigula, Casetto del Piano, Canova Marvelli, Canova Schiavina, Treggiolo".

Per la numerazione civica si è proceduto con all'apposizione di numeri interni e esterni in modo da distinguere le singole unità immobiliari mentre precedentemente la situazione era determinata da complessi immobiliari con un unico numero civico. Con questo intervento, oltre agli scopi sopraindicati, si raggiungono altri obiettivi, come il reperimento tempestivo dei residenti ed utilizzatori di immobili soprattutto in caso di urgenze  facilitando l'intervento del 118, delle Forze dell'ordine, dei Vigili del Fuoco, della Guardia medica, ecc.
"I nuovi numeri civici e le tabelle odonomastiche, evidenziano il vice sindaco Kabir Canal e l'assessore Marco Carnaccini, recano il simbolo del Comune, il giglio rosso che da sempre ha caratterizzato la Repubblica di Firenze e la città di Dante, essendo stato il paese di Dovadola territorio della Romagna Toscana fino al 1923".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.