10 agosto 2016 - Forlì, Fotonotizie, Cultura, Eventi, Società

Da dieci giorni l'Africa è a Forlì

Prosegue spedito il lavoro della troupe alla realizzazione del film che racconta il genocidio del Rwanda

FORLÌ. Primo “giro di boa” per il film Rwanda, produzione realizzata da Horizon Studio e Associazione Moka. A dieci giorni dal primo ciak sono già andate in archivio ottime scene, grazie alla regia di Riccardo Salvetti e l’interpretazione di Mara Moschini e Marco Cortesi. Il merito dell’ottimo lavoro svolto sino ad ora va senz’ombra di dubbio condiviso con l’intera troupe: 25 professionisti che si stanno spendendo giorno e notte (letteralmente) nella produzione di questo film. 

 

Un pezzetto di Rwanda è stato letteralmente catapultato nella prima periferia forlivese e dalle inquadrature, i dettagli e le luci di scena, davvero non sembra nemmeno di essere in Italia.

In dieci giorni sono state lavorate oltre 120 ore e girate più di 500 clip, tra diurne e notturne. Non sono mancate le gradite sorprese: se nei primi giorni l’assessore alla Cultura del Comune di Forlì, Elisa Giovannetti, è arrivata sul set per portare tutto l’entusiasmo e l’appoggio delle istituzioni locali, oggi è stata la volta della consigliera regionale Valentina Ravaioli che ha fatto visita alla squadra di tecnici, operatori e attori per scoprire in prima persona cosa si nasconde dietro la macchina da presa.  

 

“Guardare una quarantina di persone muoversi insieme attorno a un set, mentre di lato il reparto trucco e costumi prepara gli attori per la prossima scena, osservare i macchinisti all’opera nel posizionare luci, carrelli, mentre l’operatore posiziona un nuovo obiettivo di fronte alla macchina da presa,  mi mette letteralmente i brividi”, racconta Marco Cortesi. 

 

Comunque verrà questo film, qualunque sia il suo destino, dovunque esso giungerà… beh, tutto questo è importante, ma solo fino a un certo punto”, prosegue Marco nel suo racconto dei primi dieci giorni di lavorazione, “la cosa meravigliosa, irripetibile e grandiosa, l’unica che mi fa esclamare sottovoce un costante “grazie” è semplicemente il fatto di esserci riusciti, di aver sentito il suono secco di un vero ciak mentre il primo take di questo film veniva annunciato”.

 

“Ci siamo riusciti – conclude - perché questo non è solo il nostro film, ma quello di tanti, tantissimi da così tante parti nel mondo da non poterle contare”.

 

Archimedia – video & comunicazione – Ufficio Stampa “Rwanda – il film”

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.