Dal 5 all'11 settembre a Forlì il primo "Festival della musica giovane del Mediterraneo"

È un progetto che nasce dall'esperienza de “La Musica: un ponte fra I popoli”

FORLÌ. La settimana di Summerclass di musica classica a Prizren, in Kosovo si è conclusa lo scorso 16 luglio con un prestigioso concerto degli allievi nella cattedrale Nene Tereza di Prishtina.

Otto docenti romagnoli e una collega spagnola (Elena Indellicati, Tito Ciccarese, Stefano Bertozzi, Bardh Jakova, Denis Zardi, Simona Cavuoto, Sebastiano Severi, Mascia Turci e Dolores Delgado), e circa un centinaio di ragazzi dai 7 ai 18 anni, provenienti dalle scuole di musica di Kosovo, Serbia, Albania, Macedonia, Montenegro e Spagna si sono incontrati per conoscersi e studiare, per condividere emozioni e passioni ma anche per abbattere le pericolose barriere che ancora permangono fra le popolazioni dell'area dopo le tragiche guerre degli anni Novanta: le fatiche loro e degli insegnati hanno condotto infine a un concerto conclusivo di cui sono stati ospiti, fra gli altri, il Vicembasciatore italiano, Salvatore Marinò, il Primo consigliere del Ministero della Cultura del Kosovo, professor Vehbi Miftari, e rappresentanti delle istituzioni europee presenti a Pristina.

 

E ora…. è frenetica l'attività nei Paesi coinvolti, come a Forlì! Oltre trenta ragazzi selezionati durante le audizioni conclusive incontreranno infatti i loro coetanei delle scuole di musica di Forlì e Bertinoro, Castrocaro, Imola e Tresigallo per essere ancora una volta protagonisti, nel primo “Festival della musica giovane del Mediterraneo” che si terrà a Forlì dal 5 settembre, e che culminerà con un grande concerto alla ex chiesa di San Giacomo l'11 settembre. L'iniziativa, a cui prenderà parte anche una rappresentanza del Centro sloveno di educazione musicale "Emil Komel" di Gorizia, è promossa dall’Istituto pace sviluppo e innovazione delle Acli di Forlì-Cesena all'interno del progetto ”La musica: un ponte fra i popoli. Scuole di musica per la pace, anno II” ed è sostenuta dal Comune di Forlì, dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, da Romagna Acque, dall'Ambasciata d'Italia a Prishtina, dal Ministero della Cultura del Kosovo, da ”Emilia Romagna Festival” e da numerosi sponsor privati fra cui la "Tevla de Sdaz" che ha promosso una serata di finanziamento per Ipsia Acli.

 

Ipsia Acli Forlì-Cesena - Comunicazione

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.